Pescara . Messa in rete delle piste ciclabili cittadina, partita la fase della condivisione

“Oggi riempiti oltre 100 questionali, lunedì al Bar Napoli (20:30) il primo incontro con i cittadini”

Si è aperta con la compilazione dei questionari la fase condivisa del progetto di unificazione di tutta la rete di piste ciclabili cittadine “Bici in rete”.
Stamane dalle ore 10 alle 12 i residenti nella zona fra strada parco, viale Muzii e via Regina Margherita sono stanti fermati, informati e invitati a compilare i questionari per esprimere istanze e punti di vista su come migliorare la mobilità sostenibile della zona, presso lo stand del Comune posto all'imboccatura della via.

A divulgare le finalità del progetto che riguarderà il tratto che collegherà le piste ciclabili di via Regina Margherita a viale Muzii e Strada Parco c'erano il sindaco Marco Alessandrini, il vice sindaco e assessore alla Mobilità Enzo Del Vecchio, il presidente della Commissione Viabilità Francesco Pagnanelli, consiglieri comunali e i tecnici del Settore Mobilità che hanno fatto da divulgatori delle iniziative.

“Un grande successo la prima fase di condivisione del progetto Bici in rete – afferma il vice sindaco Enzo Del Vecchio – Oltre cento persone si sono fermate e hanno compilato i questionari, altrettante persone, sia a bordo delle biciclette che a piedi si sono fermate e hanno espresso curiosità e apprezzamento per l'attenzione dell'Amministrazione ad una mobilità davvero sostenibile per la città. Siamo più che soddisfatti delle premesse con cui il progetto decolla: il prossimo appuntamento ci vedrà lunedì sera 30 novembre alle 20,30 presso il Bar Napoli. Il 10 dicembre, recepite le istanze la proposta progettuale approderà in Consiglio Comunale, visto che godiamo già del favore della Commissione Viabilità a cui abbiamo sottoposto il progetto e la tabella di marcia, trovando un positivo e unanime riscontro nei consiglieri. Quello di via Muzii è il primo di cinque assi di intervento. Attraverso questo percorso partecipato svolgeremo un’attività di sensibilizzazione e captazione di queste iniziative. Per partire abbiamo a disposizione 250.000 euro già stanziati sul Piano Triennale delle Opere Pubbliche e vedremo di ampliare le risorse il più possibile in modo da fare il maggior numero dei collegamenti e consegnarlo alla città con un’idea di sostenibilità costruita insieme. Non si parte da zero: Pescara ha circa 20 i km di piste ciclabili, alcune sono collegate, altre mancano di segmenti anche piccoli per poter diventare un percorso.

L’Amministrazione farà un piano della mobilità ciclabile per rendere tali percorsi una vera e propria rete. Dopo la strada parco passeremo al centro storico (Manthonè/viale D’Annunzio/via Caduti del Forte/piazza Unione), poi all'asse centrale nord/sud (viale Marconi Corso Vittorio), poi l'ambito Università (Viale Pindaro/stadio/Lungomare) e infine il Ponte della Libertà: collegamento via strada pendolo/lungofiume argine nord. Un lavoro che si potrà seguire passo passo sul nuovo portale della Mobilità online da qualche giorno strutturato per informare, dare servizi attraverso la modulistica e interagire con la comunità”