Pescara . Uno sconto di pena è la richiesta di Franco Metta , legale di Massimo Ciarelli ,lo zingaro condannato a 30 anni per l'uccisione di Domenico Rigante avvenuta il primo maggio di 4 anni fa .
Quella sera Massimo Ciarelli e i suoi cugini Luigi, Angelo, Antonio e Domenico si recarono a casa di Domenico Rigante per dargli una lezione o per ucciderlo ? Tra l'altro sbagliando persona perchè il destinatario del raid doveva essere il gemello di Domenico . Secondo la difesa il colpo di pistola che uccise Domenico Rigante partì per sbaglio durante una colluttazione , per l'accusa invece la spedizione sarebbe stata fatta proprio per uccidere e per vendicare il pestaggio subito da Ciarelli la sera precedente dal gemello di Rigante .
Martedì è prevista l'udienza in Cassazione per giudicare l’esatta applicazione del Codice  Penale nel determinare le condanne .
Tutti gli altri membri del commando , i cugini di Massimo Ciarelli hanno già ottenuto una riduzione di pena , mentre i giudici giudici di primo grado e di appello hanno giudicato Massimo Ciarelli colpevole di omicicdio volontario .