Pescara . Si chiama =mbre bulgare , l'operazione di contrasto alla prostituzione dei carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del Comando Provinciale di Pescara, coordinati dal maggiore Massimiliano Di Pietro, in collaborazione con la Polizia Bulgara, i Servizi per la Cooperazione Internazionale e i servizi Europol , che ha condotto all'arresto di tre criminali bulgari , al deferimento di altri 9 connazionali da parte del Gip del Tribunale di Pescara Gianluca Sarandrea, su richiesta del Pm Andrea Papalia, dopo un' indagine avviata nel settembre 2015.
La banda dei bulgari gestiva un giro di prostititute nel centro di Pescara che fruttava circa 50 mila euro al mese .