Pescara . Dopo 14 mesi di indagini, la Squadra Mobile di Pescara ha individuato ed arrestato l'aggressore di C.C.G. , il 50 enne originario di Pescara, morto in seguito alle lesioni causate da un violento pestaggio.
L'aggressore sarebbe un uomo 55 enne originario di Chieti titolare di un' attività in via Pepe. L'aggredito, un uomo con problemi psichici, la sera del 7 ottobre 2014 era entrato nell'esercizio dell'aggressore e avrebbe rivolto frasi scherzose agli altri clienti, irritando così il titolare che lo avrebbe scaraventato fuori dal locale con violenza per poi sferrargli alcuni calci e pugni fino a procurargli una frattura pertrocanterica del femore destro e la frattura del gomito destro. 5 giorni dopo, però, a causa dei colpi subiti, l'aggredito morì a causa di un'embolia polmonare.

La Polizia iniziò subito le indagini, ma senza testimoni ,è riuscita solo dopo 14 mesi di indagini a risalire all'omicida grazie ad alcune intercettazioni telefoniche. Adesso l'aggressore dovrà rispondere dell'accusa di omicidio preterintenzionale aggravato dai futili motivi.