Pescara . Alessandrini e Del Vecchio , nell'occhio del ciclone dopo le intercettazioni telefoniche divulgate dai giornali , relative all' ordinanza di divieto di balneazione " fantasma " di fine luglio . Alcuni passaggi delle intercettazioni metterebbero in evidenza l'atteggiamento dell' amministrazione volto a nascondere ai cittadini la pessima qualità delle acque dopo lo sversamento in mare della fogna di via Raiale .
Le opposizioni tornano a chiedere le dimissioni della giunta di centrosinistra guidata da Marco Alessandrini: “Hanno messo a rischio la salute dei cittadini per non far scoprire la loro negligenza – dichiarano i Cinquestelle – Hanno permesso ad anziani e bambini di fare il bagno in acque inquinate che presentavano valori raddoppiati rispetto ai limiti consentiti dalla legge”