Pescara . Preso l'assassino dei due polacchi , madre e figlio , in via Tibullo . L'uomo , un ucraino , è stato rintracciato nei pressi della villa Cocco dove si stava nascondendo , sporco di sangue delle due vittime . Non lontano era stato trovato uno zaino appartenente a quest'ultimo contenente una mazza da baseball intrisa di sangue .

Al culmine di una lite , nell'appartamento delle vittime , l'uomo avrebbe ucciso a coltellate prima il 23 enne polacco , poi avrebbe rivolto la propria furia omicida sulla madre della vittima , 56 enne , massacrandola con la mazza da baseball ritrovata nel borsone . L'assassino ha infierito sulla donna sfondandole il cranio con colpi violentissimi . La donna comunque all'arrivo dei primi soccorritori respirava ancora, ma è spirata poco dopo.

La scena del delitto è impressionante : i Carabinieri hanno trovato le due vittime riverse in lago di sangue. Attualmente i Ris e il medico legale stanno cercando di ricostruire tutta la dinamica. In ogni caso l'ucraino avrebbe già confessato l'omicidio.