Pescara . Il Partito Democratico è al fianco del suo Sindaco Marco Alessandrini e, dopo una seduta fiume tenuta nella sede del partito in via Lungoaterno, conferma il pieno appoggio e la volontà di andare avanti a governare la città.
Non sono mancate le scuse, per "errori commessi in buona fede" dal primo cittadino. E' proprio il Segretario del P.D. pescarese Moreno Pietrantonio ad esprimere le scuse del partito, ma a ribadire l'appoggio ad Alessandrini e a Del Vecchio, entrambi indagati per omissione di atti d'ufficio e falso ideologico per aver "retrodatato" al 1 agosto due ordinanze di divieto di balneazione emesse il 3 agosto, dopo lo sversamento in mare di liquami fognari a causa della rottura della condotta fognaria di via Raiale il giorno 28 luglio scorso.

Le opposizioni, M5S e centrodestra, accusano Alessandrini di "aver mentito alla città" e vogliono, da due mesi, la sua testa, mentre il PD sposa la linea difensiva del primo cittadino che liquida la retrodatazione delle ordinanze come un tecnicismo fatto con leggerezza, ma in buona fede, che in nessun modo avrebbe messo a repentaglio la salute dei cittadini. Alessandrini, infatti, sapendo che la conduttura rotta di via Raiale era stata riparata e che nel mare era stato già versato l' Oxystrong, era sicuro che la situazione sarebbe migliorata rapidamente.

Insomma, il Partito Democratico in assemlea di fronte al Presidente della Regione Luciano D'Alfonso, al deputato Antonio Castricone, al segretario regionale Marco Rapino, al segretario provinciale Francesca Ciafardini, al segretario cittadino Moreno Di Pietrantonio,  ha rinnovato la fiducia al suo sindaco "Sono tutti pronti a ribadire la fiducia al sindaco, non c'è stato nessun facinoroso, i sostegno ad Alessandrini è fuori discussione" - ha concluso Moreno di Pietrantonio, aggiungendo che non ci saranno cambiamenti almeno fino alla presentazione del bilancio che dovrebbe avvenire entro fine anno.