Pescara . Nella mattinata odierna si è svolta la conferenza di presentazione delle iniziative locali legate alla manifestazione M’illumino di meno, la trasmissione promossa da Caterpillar di Radio 2 da 12 anni che invita a riflettere sulla sostenbilità attraverso un“silenzio energetico”.

Alla presentazione il sindaco Marco Alessandrini, gli assessori a Qualità Ambientale e Mobilità Paola Marchegiani ed Enzo Del Vecchio, la consigliera Daniela Santroni, le dirigenti scolastiche Ada Grillantini e Annarita Bini degli Istituti Comprensivi VI e VIII, Francesca Cermignani per associazioni Pescarabici e Fiab, Barbara Magliani per Fantasma e Movimentazioni.
 
“Da dodici anni la trasmissione Caterpillar ci propone una riflessione sulla sostenibilità – ha dichiarato il sindaco Marco Alessandrini - attraverso l’evento M’illumino di meno di fa il punto su progetti e pratiche da attuare o attuate in Italia per migliorare l’efficienza energetica. Nella giornata del risparmio energetico dobbiamo pensare alla salute e all'ambiente, coniugati in un evento che ci accomuna a centinaia di altri Comuni d’Italia e che ci serve per fare leva di buone pratiche sulla popolazione. Pescara lo fa con entusiasmo, specie con il tema di quest’anno che riguarda la mobilità, perché dobbiamo cambiare abitudine di muoverci per cambiare anche l’aria che respiriamo. Lo facciamo con iniziative dimostrative: una di queste è il Pedibus, invito ai genitori a lasciare la macchina per andare a scuola in modo diverso; poi c'è la biciclettata che illuminerà parte della città al buio per via dello spegnimento delle luci dei pubblici palazzi dalle 18 e c'è un altro invito a una mobilità diversa e possibile per tutti. Un programma che ci rende felici di partecipare a questa giornata che progetta una città diversa per il futuro”.
 
“Attraverso la campagna radiofonica di sensibilizzazione – illustra l’assessore alla Qualità Ambientale Paola Marchegiani - che gira e racconta come le città d’Italia si organizzano sul tema e al contempo invita gli ascoltatori ad informarsi su come consumare meglio e chiedere una maggiore accessibilità all’energia prodotta da fonti rinnovabili. Lo scorso anno abbiamo organizzato una suggestiva visita al Museo Cascella alla luce delle candele, quest'anno ci spostiamo sul fronte mobilità e abbiamo aderito perché Pescara sta combattendo una sua speciale battaglia per arrivare a conquistare una concreta sostenibilità nelle proprie abitudini. Grazie alla campagna abbiamo trovato tantissime collaborazioni: dai consiglieri Daniela Santroni e Pierpaolo Zuccarini, al personale degli uffici Mobilità, alle associazioni Pescara Bici, Fiab, Fantasmi e Movimentazioni. Un grazie grandissimo va anche alle scuole che ci appoggiano sempre e che ci consentiranno di sperimentare il Pedibus con l’impegno di metterlo a regime per il prossimo anno scolastico”.
 
“Mi piace presentare un'esperienza fatta tanti anni fa a Pescara e poi abbandonata e che insieme all'assessore all'Istruzione vorremmo riprendere in modo più massiccio di quanto accaduto finora – illustra l’assessore alla Mobilità Enzo Del VecchioCon il Pedibus si potrà andare a scuola a piedi, senza che i genitori affollino con le auto gli ingressi delle scuole. Sperimenteremo questa esperienza in via del Concilio e via Anelli grazie alla disponibilità delle dirigenti che si sono subito prestate e dei genitori che ci hanno fatto sentire il proprio appoggio. Tre percorsi per ogni scuola. Per via del Concilio, partiranno dall’area di risulta, dal lungomare e da porta nuova con dei genitori che accompagneranno i ragazzi forniti con pettorina e corda. Per la scuola di via Luigi Anelli, si parte dall’Aurum, dalla Stella Maris e da San Silvestro spiaggia. Le vie sono state individuate con questionari che la dirigenza scolastica ha sottoposto alle famiglie che dopo venerdì coadiuveremo perché il Pedibus divenga un mezzo effettivo da settembre in poi”.
 
“Pedibus è importante per ridurre il traffico, ma anche per responsabilizzare i bambini – aggiunge Barbara MaglianiChi abitava vicino alla scuola un tempo lo faceva. Da circa vent’anni non avviene più. Invece questo potrebbe essere uno strumento per far vivere al bimbo un'esperienza di autonomia, condivisa con gli amici e praticata in modo divertente. Abbiamo incontrato anche i genitori e trovata una grande disponibilità per le classi coinvolte in quello che sarà un esperimento di ritorno. Ci sarà un capolinea per via Anelli e via del Concilio con dei genitori che si recheranno verso altri punti di raccolta, tre per ogni scuola che raccoglieranno i bambini e arriveranno in tempo per la campanella. Saranno muniti di pettorine e terranno corde per delimitare il percorso”.

“Combacia perfettamente con la nostra offerta formativa – afferma Ada Grillantini dirigente del Comprensivo VI – speriamo sia l'occasione per ripetere e portare a compimento il percorso. Tutti abbiamo utenza itinerante con i fuori bacino, ma sono molti che potranno giovarsi del Pedibus, tanto che in questi giorni di promozione i genitori hanno risposto entusiasticamente. Sono tantissimi gli spunti su cui potremo lavorare applicando tale pratica e ringraziamo il Comune per questa giornata che va nella direzione verso cui andiamo noi”. “Se tutte le scuole adottassero tale modello di spostamento ridurremmo lo spreco energetico e miglioreremmo l’aria e ml’indipendenza dei ragazzi – così Annarita Bini, dirigente del Comprensivo VIII – La sostenibilità ci vede impegnati e in pieno accordo con le iniziative promosse qui dal Comune. Anche perché Pedibus ha interpretato una necessità che accarezzavamo da tempo: queste esigenze si sono unite e in poco tempo abbiamo trovato i soggetti che hanno partecipato agli eventi e parteciperanno agli incontri. Lo scopo è alto e nobile: fare crescere nei ragazzi un senso integrato di cittadinanza responsabile”.
 
“M'illumino di meno è una giornata di risparmio che Caterpillar organizza da tantissimo tempo – aggiunge la consigliera Daniela Santroni – Bello che quest'anno in cui la candidata al premio Nobel è la bicicletta si sia voluto dedicare alla mobilità sostenibile il tema dell’evento. Noi abbiamo messo in rete vari livelli e settori per cogliere tale tema e alla bicicletta dedicheremo una capitolo speciale sia con la biciclettata che con la presentazione promossa da Comune e Movimentazioni di “Bici in rete”, la ricongiunzione delle varie piste ciclabili esistenti alle 18,30 presso il book Caffè Primo Moroni”.

“Sarà una biciclettata simbolica che passerà nella città per arrivare su viale Muzii – conclude Francesca Cermignani Di Pescara Bici – Speciale il titolo, “Ma di notte in bici mi illumino di più”, si parte alle 15,45 da Piazza Italia con lo scopo di mettere in luce la mobilità alternativa anche al fine di diffonderla di più, per praticarla meglio negli spazi metropolitani”.
 
Programma M'illumino di meno
 
h 07.30 PEDIBUS - Servizio di accompagnamento a scuola a piedi (istituti comprensivi VIII e VI)
 
h 17.45 BICICLETTATA per il risparmio energetico con partenza da Piazza Italia
 
h 18.00 SPEGNIMENTO luci di Palazzo di città
 
h 18.30 BICI IN RETE - Presentazione del progetto ciclabilità del servizio mobilità del Comune di Pescara presso Book Caffé Primo Moroni illuminato solo a luce di candela
 
h 20.00 LA BICI FELICE - Aperitivo km 0 con reading "La bici felice - pedalare fa star bene" presso Book Caffé Primo Moroni illuminato solo a luce di candela
Pescara 16 febbraio 2016