Pescara . La marineria adriatica soffre a causa dei limiti imposti alla pesca così il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D'Alfonso giunge in loro soccorso .

Intervenuto alla riunione degli armatori e dei pescatori delle marinerie di Pescara, San Benedetto, Ortona , il Governatore della Giunta Regionale ha promesso di farsi carico delle loro proposte e di sponsorizzarle presso il Governo e in Europa.

Le marinerie chiedono di rivedere i limiti nei quali è consentita la pesca, la durata del fermo biologico, chiedono di essere tutelati dalle spedizioni di ricerca petrolifera in Adriatico e chiedono minori limitazioni, almeno per poter lavorare "alla pari" con i colleghi dell'altra sponda dell'Adriatico.

"Oggi come in altre occasioni ho trovato una marineria preparatissima, competente, capace di supplire anche ai vuoti istituzionali " - ha dichiarato Luciano D'Alfonso promettendo di farsi carico delle istanze delle marinerie - "Porterò una delegazione delle marinerie adriatiche a confrontarsi con le istituzioni, per far in modo che i pescatori di questa riva dell' Adriatico non siano figli di un dio minore rispetto ai colleghi dell'altra costa"