Il Comune di Pescara, con delibera di Giunta Comunale n. 704 del 26 novembre ha aderito alla Giornata Internazionale “Città Per La Vita/Città Contro La Pena di Morte – Cities For Life/Cities Against The Death Penalty”, iniziativa giunta quest'anno alla sua XIV edizione.

L'evento, che si svolge contemporaneamente in tutto il mondo, con oltre 2000 città aderenti, tra cui 78 capitali nei cinque continenti, è promosso dalla Comunità di Sant'Egidio, che ha dichiarato il 30 novembre “Giornata cittadina contro la pena di morte".
“Pescara ha voluto confermare il suo impegno a favore della campagna internazionale per l’abolizione della pena capitale e rinnovare la sua adesione all’iniziativa “Città per la Vita – Città contro la Pena di Morteafferma il sindaco Marco AlessandriniL'Amministrazione riconferma la mobilitazione, dando dei segni tangibili per ricordare che ci sono strumenti precisi e severi per scontare una pena e non snaturarsi. E' una campagna di coraggio e civiltà che soprattutto in questo periodo è necessario sostenere”.

"La data - ricorda l'assessore alle Politiche europee Laura Di Pietro - è stata scelta in ricordo della prima abolizione della pena capitale avvenuta nel Granducato di Toscana, il 30 novembre 1786. La Giornata rappresenta la più grande mobilitazione planetaria contro la pena capitale e l'obiettivo, come dichiarato dai promotori, è di stabilire un dialogo con le società civili, coinvolgere gli amministratori in un percorso di abolizione della pena di morte e un rafforzare l’impegno in tal direzione come caratteristica identitaria della città che aderisce e dei suoi cittadini. Non ultimo, sostenere, nelle nazioni in cui la pena di morte è praticata, il coinvolgimento di attivisti e organizzazioni locali all’interno di una rete internazionale. Pescara lo farà colorando d'azzurro la Torre Civica, esponendo un banner sulla facciata d'ingresso di Palazzo di Città e inserendo sul sito istituzionale dell'ente lo specifico link"