Pescara . Le targhe alterne, il lavaggio delle strade e le condizioni metereologiche hanno abbattuto il livello di polveri sottili nell'aria di Pescara , tanto che le ultime analisi dell' ARTA sono più che positiva, ma i cittadini non sono ancora per nulla soddisfatti di ciò che respirano. Non sarà più inquinata, probabilmente non è a rischio la salute, ma il cattivo odore, puzzolente, del sansificio persiste senza dare tregua e , se possibile, è ancora più fastidioso.
Il sansificio è una fabbrica di lavorazione della sansa di olive e tale odore viene prodotto dal processo di estrazione dei polifenoli e materiale organico dalla sansa.

Non ci sono parametri per stabilire con chiarezza se tali emissioni siano dannose o meno, ma sicuramente sono sgradevoli e continuano da troppo tempo, tra l'altro non ci sono zone meno colpite e zone sicure, dipende dalla direzione del vento.

I cittadini, in ogni caso, hanno deciso di non restare con le mani in mano: c'è chi ha girato video o scattato fotografie ai maliodoranti fumi, e anche chi come l'associazione ambientalista Pescara Punto Zero sta organizzando degli incortri per decidere un azione corale contro le emissioni della fabbrica. l'appuntamento è per domani alle 18:30 presso la sede di via Larino a Pescara.