Mike Stern, Terence Blanchard, Carla Bley, Arturo Sandoval e Jack DeJohnette. Ecco alcune delle stelle della musica internazionale che illumineranno la 44esima edizione del Pescara Jazz: dall'8 al 10 luglio al teatro monumento D'Annunzio, alle 21.15.

Riconfermata la formula del 3 + 1: prevista infatti, dopo la tre giorni iniziale, una serata fuori abbonamento con Massimo Ranieri e il suo progetto "Malia". Un concerto, quello del 24 luglio, che unira' la musica napoletana a quella afroamericana. La voce di "Perdere l'amore" sara' affiancata da un quintetto di jazzisti italiani tra i piu' affermati: Enrico Rava alla tromba, Stefano Di Battista ai sassofoni, Rita Marcotulli al pianoforte, Riccardo Fioravanti al contrabbasso, Stefano Bagnoli alla batteria. (Serata organizzata in collaborazione con la Best Eventi di Andrea Cipolla).

Mentre al porto turistico, dal 18 al 20, saranno Mauro Campobasso e Mauro Manzoni ad incantare il pubblico, capitanando diverse formazioni: si tratta di una residenza artistica dedicata al grande cinema in chiave jazz, nata dalla proficua collaborazione dei due musicisti con la STM Societa' del teatro e della musica. In arrivo degli omaggi a Chaplin, Kubrick e Leone (biglietti 5 euro). Tra le novita' piu' importanti di quest'anno, anche la prima volta a Pescara di Kurt Elling - cantante jazz numero uno oggi - e un'esclusiva per l'Italia: Arturo Sandoval.

"Nonostante le difficolta' siamo qui - afferma Lucio Fumo, direttore artistico dalla carriera pluriennale -. Grazie anche al rapporto di fiducia con i vari manager, coltivato in anni e anni di attivita'. Abbiamo potuto fissare concerti di un certo peso nonostante il ritardo delle istituzioni e il relativo via libera, arrivato proprio all'ultimo".

Si parte dunque venerdi' 8 con la Mike Stern - Bill Evans Band. Featuring Dennis Chambers alla batteria e Darryl Jones al basso elettrico.
A seguire, nel secondo set, il trombettista Terence Blanchard, featuring E-Collective: Fabian Almazan al pianoforte e tastiere. Charles Altura alla chitarra, Donald Ramsey al basso. Oscar Seaton alla batteria. Sabato 9 si apre la serata con Jack DeJohnette, Ravi Coltrane e Matthew Garrison che si esibiranno in trio - batteria, sax e contrabbasso - per presentare il loro nuovo disco "In Movement" (ECM).

A seguire il sestetto di un altro grande trombettista: Arturo Sandoval, pronto ad esibirsi con: Jorge Senz ai sassofoni, Mahesh Balasooriya al pianoforte, John Belzaguy al contrabbasso, Alexis Arce alla batteria e Samuel Torres alle percussioni. Domenica 10 spazio invece ad una delle piu' grandi signore del jazz contemporaneo, la pianista e compositrice Carla Bley con Andy Sheppard ai sassofoni e Steve Swallow al basso. Il secondo set sara' dedicato al quartetto del sassofonista Branford Marsalis con Kurt Elling special guest (alla voce).

"Il nuovo cartellone del Pescara Jazz rappresenta la prosecuzione della storia del festival - ha scritto il critico musicale Fabio Ciminiera -. Parteciperanno veri e propri capiscuola, che sono stati capaci di aprire nuove strade con i loro dischi e di mantenere, allo stesso tempo, un legame con le tradizioni del jazz".

Gli intenditori e non solo avranno dunque, ancora una volta, il piacere di ascoltare dal vivo dei musicisti di grande spessore, in un anfiteatro incastonato tra mare e pineta. Biglietti 15, 25 o 30 euro per gradinate, poltrone o poltronissime. L'abbonamento alle tre serate del D'Annunzio varia dai 40 euro, ai 60 ai 70 euro.
Per info: 085/6920057. Massimo Ranieri, fuori abbonamento, prezzi a partire dai 46 euro. Abbonamenti e biglietti sono disponibili sui circuiti online di CiaoTickets e TicketOne, e presso gli uffici abituali di via Liguria 6 (STM) o del teatro D'Annunzio (EMP). Gli uffici saranno aperti dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 19.30. La sera dello spettacolo anche al botteghino, dalle 20.30