Si terrà presso il Teatro Nervi il Gran Gala Telethon, serata di beneficenza che si terrà il 18 dicembre presso, collegata alla maratona solidale e televisiva per la ricerca e cura delle malattie genetiche. Stamane la presentazione dell’evento con il presidente della Commissione Consiliare Politiche Sociali Tonino Natarelli, il coordinatore Abruzzo di Telethon Giuseppe Di Mattia, Luigi Abete, presidente dell’associazione Armoniae e Donatella Columpsi entrambi motori dell’evento che radunerà in città diversi testimonial del mondo del cinema e dello spettacolo.

 

“La solidarietà è una realtà solida per la ricerca – così il presidente della Commissione Politiche Sociali Tonino Natarelli – Telethon lo fa da oltre vent’anni, rendendo possibili traguardi difficili, ma non rimasti impossibili. Una determinazione che cura, in sempre più casi migliora e restituisce speranze di vita e che va agevolata quando la mano che agisce è affidabile”.

 

“Siamo felici di collaborare con Telethon – dice Luigi Abete - abbiamo deciso di aiutare la ricerca promossa dalla Fondazione e indirizzata alle malattie genetiche rare, un problema in Italia affrontato in modo purtroppo inefficace fino ad oggi. Durante la cena di gala verrà distribuito dato un cuore di cioccolata della Caffarel che è sponsor di Telethon che sarà il collettore delle offerte, il ricavato ottenuto dalla vendita del cuore sarà tutto devoluto alla causa a cui speriamo aderiscano in tanti”.

 

“Porto il saluto della Fondazione Telethon – dice il coordinatore Abruzzo Giuseppe Di Mattia - da più di 26 anni abbiamo iniziato questo percorso sulla scia di un modello americano della maratona tv che in Rai produce programmi per supportare la raccolta fondi. L’esito è stato importante: consente di studiare e cercare di portare sollievo e cure per malattie genetiche che sono un fattore sconosciuto ai più. Patologie che si trovano dietro l'angolo della vita di ognuno di noi, non evidenti perché si esprimono nella seconda/terza generazione, ma rare per cui non esistono grandi numeri e per cui i grandi investimenti farmaceutici e i finanziamenti pubblici sono limitati. Quest'anno siamo lieti di annunciare che ben 26 malattie genetiche sono sotto cura perché una casa farmaceutica di Verona, la Glaxo, ha costituito una branca della produzione per lo sviluppo di medicine per alcune malattie. Un esempio che speriamo venga presto seguito da altri. L’opera di Telethon non finirà mai, andremo avanti finché accanto ad ogni malattia genetica verrà scritta la parola cura”.

 

“La serata parte da una cena al Teatro Nervi, sotto il Palazzo Quadrifoglio – spiega Donatella Columpsi di Armoniae – una cena-intrattenimento a cui parteciperanno anche testimonial del mondo dello spettacolo che presenteremo a ridosso dell’evento. Fra una portata e l’altra proporremo il cuore con offerte a partire da 10 euro”.