Pescara . “Giunge a compimento un percorso lungo e travagliato per il ripristino delle infrastrutture collassate la notte del 6 aprile 2015 in via Raiale. Oggi l’Aca ci ha ufficialmente informato della fine dei lavori di riparazione della condotta che era stata travolta dal crollo dell’asse attrezzato e il suo rientro in funzione.

A causa dello smottamento, servizi importanti per la città e il suo territorio si sono trovati travolti da tante criticità che siamo riusciti a rimuovere temporaneamente affidando la rete fognante al tracciato sostitutivo, cosa che ci ha consentito di riparare il danno attraverso l’interramento e la messa in sicurezza della rete per recuperane al più presto la piena funzionalità.

Dopo il ripristino dell’asse attrezzato e quindi il recupero di una normale viabilità, l’Aca oggi ci ha comunicato il ritorno alla normalità anche dello smaltimento delle acque reflue attraverso la condotta principale e quindi l’abbandono della vecchia rete, obsoleta, nonché sottodimensionata che per sette mesi ha comunque potuto garantirci, per quanto possibile, che queste potessero essere convogliate al depuratore e non sversate nel fiume e di conseguenza nel mare, con effetti che sarebbero stati disastrosi sul piano ambientale, turistico ed economico per la città.

Definito l’intervento principale, restano ancora delle attività da completare sugli assetti viari di via Raiale, questo per riconsegnare ai residenti e alle imprese locali il transito normale sulla via.

Mi preme in questo momento, oltre che ringraziare gli Enti che si sono adoperati per il conseguimento di questo risultato e con i quali è stato possibile compiere un gioco di squadra sin da subito per il bene della città, nonché gli uffici comunali che hanno seguito l’evolversi della situazione dal 6 aprile a oggi, grazie anche all’infaticabile attenzione dell’assessore Enzo Del Vecchio, anche quelle attività economiche che direttamente e indirettamente dalla sera del crollo hanno subito danni alle proprie aziende e sopportato in questi mesi i disagi connessi alla mancata e corretta viabilità”.