L'autobus C7 proveniente da San Silvestro che ha provocato l'incidente mortale in cui l'11 giugno 2014 è morto il tatuatore Jonny Morelli (30 anni) sarebbe passato con il semaforo rosso.
Le telecamere di sicurezza interne al bus e quella del semaforo che hanno registrato le manovre del pulman, avrebbero rivelato che questo sarebbe partito con il semaforo rosso pochi secondi prima dell'impatto con la moto del giovane di Cepagatti.

L'autobus praticamente vuoto, poichè a fine corsa, procedeva in direzione Nord sulla corsia preferenziale e, appena passato il ponte e giunto all'incrocio di corso Vittorio Emanuele, girò a sinistra per immettersi in via Caduta del Forte pochi secondo prima dell'impatto con il centauro che arrivava piuttosto velocemente.

Il colpo tra la moto e la parte posteriore del c7, non lascio alcuno scampo a Morelli che morì per le ferite riportate, per fortuna, la ragazza che viaggiava insieme a lui a bordo della Triumph Speed invece, se la cavo con diversi traumi.
Ora, dopo questa clamorosa svolta nelle indagini, l'autista del bus potrebbe essere rinviato a giudizio dal P.M. Barbara Del Bono