Sono ripresi da Pescara i collegamenti estivi con l'altra sponda dell'Adriatico. E' salpato oggi, alle 14,30, il catamarano "Aquila Snav" da 300 posti che colleghera' il capoluogo adriatico alle isole croate Hvar e Korcula fino al 6 settembre.

Presenti a bordo 100 passeggeri. I dettagli sono stati forniti, stamani, nel corso di una conferenza stampa presso la Direzione Marittima Abruzzo-Molise di Pescara da Raffaele Aiello, amministratore Snav; dal comandante della Capitaneria di Porto, Enrico Moretti, dal sindaco di Pescara, Marco Alessandrini; dal vice sindaco, Enzo Del Vecchio; dal presidente della Provincia di Pescara, Antonio Di Marco; dal direttore del porto turistico "Marina di Pescara", Bruno Santori; e dal presidente della Camera di Commercio, Daniele Becci.

Previste da Pescara sei partenze: venerdi', sabato, domenica e lunedi' alle 14:30 e martedi' e giovedi' alle 14.10. Il ritorno e' previsto lunedi', venerdi', sabato e domenica alle 8.30 e martedi' e giovedi' da Vela Luka (Korcula) alle 8.20.

"Prevediamo un budget di 10mila passeggeri e - ha sottolineato Aiello - insistiamo su questo porto sperando di poter migliorare e aumentare i collegamenti durante tutto l'anno. Mi auguro che il nuovo piano regolatore portuale vada avanti".

"Si e' parlato troppo e anche un po' a sproposito delle condizioni del porto - ha detto il comandante Moretti - ma il ritorno del catamarano dimostra che sono stati posti in essere diversi tavoli di lavoro per poter far si' che potesse tornare il collegamento con l'altra sponda dell'Adriatico".

"Questo viaggio inaugurale - ha evidenziato il sindaco - rappresenta un punto di partenza e non di arrivo. Lavoriamo per riportare un collegamento ancora piu' grande".

"Oggi - ha sostenuto Becci - e' una giornata importante. La fiducia del gruppo Snav nel nostro porto e' importante, ma oggi piu' che mai dobbiamo capire che occorre un lavoro di squadra".