“L’ordinanza firmata per il secondo anno consecutivo dal sindaco Alessandrini è un gesto di rispetto e civiltà verso la città, facciamo sì che questa sia una bella festa per tutti. Saranno felici soprattutto gli animali.

I botti sono estremamente pericolosi per l’incolumità delle persone, come peraltro raccontano i consueti “bollettini di guerra” del primo dell’anno e per gli animali, selvatici e d’affezione, soggetti a stress e a veri attacchi di panico che ne possono provocare la morte o la fuga con tragiche conseguenze.

Saranno felici soprattutto gli amici a quattro zampe, per i quali la notte di San Silvestro è stata sempre un incubo e da quest’anno potranno trascorrerla senza traumi. I primi a pagarne gli effetti sono proprio loro: se quelli da compagnia possono reagire in modo incontrollato, fuggire e ferirsi, gli animali selvatici rischiano la vita per lo spavento del forte rumore, in un periodo già molto duro a causa del clima e della scarsità di cibo.

L’invito per questo 31 dicembre è quello di sostituire i botti con delle lanterne di pace da far volare in cielo a cui affidare i propri desideri e gli auspici per l'anno che sta per cominciare. Un invito in questo clima di guerre e di attentati che nel 2015 hanno colpito tutto il mondo è di far volare le lanterne per affidare al cielo le nostre speranze affinché ci sia un mondo migliore e di condivisione”.