Singolare episodio, questa mattina, a Pescara. Un uomo girava tranquillo con la sua bici per le strade della città. Con una mano teneva il manubrio mentre con l'altra guardava lo smartphone. In un attimo di indecisione perde il controllo della bicicletta e cade per terra. L'uomo è illeso, solo tanto imbarazzo. Si è guardato attorno per controllare se l'avesse visto qualcuno per poi riprendere il suo andare. Malauguratamente qualcuno lo ha visto! Veniamo a conoscenza dell'episodio direttamente dalla pagina del profilo personale su Facebook di Luca Teseo:

"Premetto che non mi piace giudicare, siete liberi di fare ciò che volete fin quando ciò non arreca danno al prossimo :)
Volevo solo ringraziare lo STURDILLITO che 10 minuti fa è caduto dalla bici sotto casa mia mentre guardava il cellulare, non si è fatto nulla buon per lui, ma mi ha fatto fare una gran risata :) ahahah. Giocate pure a Pokemon Go ma almeno non fatevi male e non fatelo agli altri :)"

Non sono mancati i commenti ironici a rigurado:

"Sarà stata una banana"

"Più che sturdillito...io lo chiamerei SAGNONE!!"

Ma anche commenti con altre testimonianze di situazioni simili che avrebbero potuto avere un epilogo diverso:

"La settimana scorsa ho visto un ragazzo che stava per andare sotto una macchina e gli ho urlato di fermarsi. Questo perfetto imbecille non solo non si è fermato ma mi ha pure 'cazziato' che per colpa mia non era riuscito a prendere il Pokemon."


I questo caso, come per il ragazzo che stava attraversando la strada senza guardare, solo tante risate e nessun danno.

Il fenomeno virale dell'app Pokemon Go sembra non placarsi. Vi raccontiamo l'aspetto goliardico di questi episodi ma vorremmo sottolineare anche i rischi ad essi connessi.
La realtà virtuale in un contesto reale non può e non deve alienarci.
Le auto, le bici, le moto, sono reali e le distrazioni mentre si guida, o semplicemente quando ci si fa una passeggiata a piedi, possono essere pericolose, per non dire letali.
A prescindere se in questo caso si stesse giocando o meno a Pokemon Go, facciamo più attenzione.

Non si può rischiare per delle banalità.


F.D.T.