Pescara . Dramma più dramma . Sono stati rinviati a giudizio i genitori del piccolo investito dal treno a Pescara, presso la stazione S.Marco. Il bambino di tre anni stava giocando vicino alle rotaie, dove è vietato sostare, quando è stato sbalzato via da un treno in arrivo sul tracciato ferroviario della linea regionale Roma-Sulmona-Pescara.Era il 24 maggio 2014, il 3 Febbraio prossimo invece ci sarà il processo contro la sua famiglia , di etnia Rom , accusata a vario titolo di aver causato la tragedia.
Presso la Corte di Assise di Chieti su richiesta del Gup del Tribunale di Pescara Nicola Colantonio, la madre dovrà rispondere dell'accusa di abbandono di minore, mentre il padre e il nonno sono accusati di omicidio colposo