Pescara . Lo sciame sismico in alto mare tra Pescara e Vasto non accenna a placarsi, altre tre scosse di terremoto sono state registrate nel pomeriggio, tutte con intensità tra il 3 e 4 grado avvertite dalla popolazione delle città tra Pescara e Vasto. 

Dopo lo sciame sismico di questa notteverso le ore 4:21 . nel pomeriggio, quando si sperava che le scosse si fossero esaurite, il fondo del mare è tremato ancora 3 o 5 volte ( tra 2 e 3 gradi scala Richter) , tra le 15:39 e le 18:59 e l'ultima scossa è stata nettamente avvertita a Pescara.

La preoccupazione tra la popolazione costiera è tanta, sia per il fatto che gli abruzzesi sono già stati provati da terremoti distruttivi, ma soprattutto perché l'epicentro di questo sciame sismico è proprio nella zona di mare Adriatico interessata dalle ricerche petrolifere tramite la controversa tecnica dell' Air Gun che consiste nel far esplodere bombe ad aria compressa ( potentissime ) per capire se sotto il fondo del mare ci siano giacimenti petroliferi.

D'altra parte potrebbe trattarsi di fenomeni naturali normali, ma la coincidenza con i luoghi dell'epicentro e le segnalazioni dei pescatori che avevano avvistato le navi delle compagnie petrolifere impegnate nell' Air Gun fanno pensare al contrario.

Non sono stati registrati danni a cose o a persone.