Roma . La compagnia di voli low cost Ryanair potrebbe decidere di tornare sui propri passi e non abbandonare l'Aereoporto d'Abruzzo , nulla di ufficiale , ma qualcosa in più di una mera speranza . E' il  "bottino " incassato dal Presidente della regione Luciano D'Alfonso nell'incontro appena concluso a Roma con il ministro dei trasporti Graziano Del Rio ed i rappresentanti della Ryanair.

"L’incontro svoltosi oggi a Roma tra il Ministro dei Trasporti Graziano Delrio, il Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, il Presidente della Regione Sardegna Francesco Pigliaru, il Presidente della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini e i rappresentanti di Ryanair è stato positivo e ha evidenziato il ruolo e l’importanza degli aeroporti minori e insulari per lo sviluppo del Paese.

Il Ministro ha confermato l’impegno a rivedere l’aumento sulle tasse sui biglietti aerei varato a fine anno, con l’obiettivo di ridurne al minimo gli effetti, e a rivisitare le linee guida relative agli accordi di incentivazione tra linee aeree e aeroporti.
Ryanair ha apprezzato l’impostazione del ministro Delrio e ha confermato che le modifiche consentiranno una diversa valutazione degli investimenti sugli aeroporti minori italiani.
Sarà stilato a breve un calendario di lavoro per affrontare i temi messi sul tavolo, con un ruolo attivo della Conferenza delle Regioni."