Pescara . Avevamo già parlato del contributo straordinario che il Comune di Pescara ha deciso di destinare alle famiglie in difficoltà economiche a causa della crisi del lavoro. Si tratta di un sussidio economico " una tantum " di 1000 o 1500 euro a seconda della posizione nella speciale graduatoria che andrà a formarsi tra tutte le domande che perverranno al Comune entro , e non oltre , le ore 12:00 del 2 Febbraio 2016 .
 [Altre informazioni in questo articolo ]

Può accedere al beneficio esclusivamente il nucleo familiare pluriparentale e monoparentale, che alla data di presentazione della domanda abbia: almeno un figlio a carico convivente di età non superiore a venticinque anni; residenza nel Comune di Pescara da almeno 24 mesi alla data di apertura del bando; reddito familiare ISEE relativo ai redditi 2014, pari o inferiore ad € 18.000,00; età dell'unico o di entrambi i genitori non superiore ad anni 55; perdita di reddito da lavoro o da capitale di uno dei genitori nel biennio 2014/2015 (nel caso di lavoratori autonomi o liberi professionisti vale la data certificata della chiusura della partita IVA); la condizione di non occupazione deve comunque sussistere alla data di presentazione della domanda”; residenza   nell’abitazione sulla quale sia stato contratto mutuo per acquisto 1° casa oppure locazione del valore annuo (escluso utenze e condominio) non inferiore ad € 3.000,00;

 Nel caso di coniugi legalmente separati può accedere al contributo solo il coniuge affidatario dei figli in via prevalente ovvero con cui i figli convivono; 
  i componenti il nucleo familiare, incluso il coniuge separato, non devono essere titolari di diritti di proprietà, superficie, usufrutto oltre la sola casa di abitazione (compresa, al più una pertinenza), appartenente ad una delle seguenti categorie catastali: A/2, A/3, A/4, A/5, A/6;         nel caso in cui uno o entrambi i genitori siano cittadini stranieri, almeno uno di essi deve essere titolare di un permesso di soggiorno di lungo periodo. Ai fini della valutazione dei figli a carico si considerano anche eventuali affidamenti di minori conviventi che siano giuridicamente documentati.

I contributi saranno erogati sulla base di una graduatoria predisposta partendo dal punteggio più alto ottenuto in base ai criteri che tengono conto delle condizioni lavorative dei genitori, del reddito e dei figli a carico e altri parametri.

La domanda può essere presentata da uno dei genitori conviventi, o nel caso di separazione legale, dal coniuge affidatario dei figli utilizzando il modello disponibile sul sito del Comune di Pescara all’indirizzo www.comune.pescara.it –Servizi al cittadino - Politiche Sociali- previa registrazione al portale. E’ necessario corredare la domanda da tutta la documentazione richiesta, non verranno, pertanto, prese in considerazione le domande pervenute oltre le ore 12,00 del 12/02/2016.

Per ogni informazione rivolgersi al Settore Politiche Sociali Piazza Italia 13 – 1° piano Stanza n. 23 - tel. 085 - 4283064./ 4283050/4283036.