Pescara . Nonostante la grave carenza di personale che affligge l'Ospedale di Pescara , oltre 50 infermieri e operatori socio-sanitari risulterebbero 'imboscati' , talvolta impossibilitati , a svolgere le proprie mansioni , è il consigliere regionale pentastellato Domenico Pettinari a denunciare la grave anomalia venuta fuori nel corso di una delle ultime verifiche, compiute periodicamente dagli esponenti del Movimento 5 Stelle in risposta alle delle segnalazioni dei cittadini.

"Abbiamo accertato che nell'ospedale di Pescara, a fronte di una grave carenza di personale che colpisce soprattutto i reparti di Medicina, Geriatria ed Oncologia, ci sono oltre 50 infermieri e operatori socio-sanitari 'imboscati' negli uffici amministrativi, che non svolgono le mansioni per le quali sono stati assunti e che non effettuano turni, notti e festività al pari dei loro colleghi" - recita la nota del consigliere Pettinari che , in conferenza stampa a Pescara, insieme con il consigliere comunale pentastellato Massimiliano Di Pillo, ha illustrato l'interpellanza inoltrata al presidente del Consiglio regionale per chiedere di compiere le necessarie verifiche, di accertare le responsabilità e di punire chi ha assunto e autorizzato le decisioni.