Ancora uno stop in commissione per la proposta di legge per l’istituzione del Parco Marino. A fermare la pdl è il parere della prima commissione bilancio che manca.

"Siamo davanti ad un paradosso tutto firmato PD - commenta il capogruppo M5S Gianluca Ranieri  - mentre il movimento 5 stelle per buon senso e per la fermezza nella lotta ad Ombrina è pronto  a votare ogni iniziativa che abbia anche la minima possibilità di ostacolare il progetto di Ombrina, la maggioranza non si impegna neanche a mantenere il numero legale in commissione, oggi per esempio garantito da noi".


Ma la critica 5 stelle non è solamente nel modus operandi di approvazione. Incalza infatti Ranieri "Stiamo lottando contro le scelte scellerate di un Governo Nazionale PD da una regione governata dal PD: una situazione che è riduttivo definire insensata. È assurdo che L'Abruzzo non abbia voce in capitolo su una questione che è diretta conseguenza della pessima politica e della scarsa visione prospettica del Governo centrale e che danneggia così pesantemente il nostro territorio. Quanto peso politico ha il nostro Presidente? Ombrina sarebbe stata opportunamente fermata con una presa di posizione intransigente da parte di chi doveva difenderci dagli ufo nei confronti del Governo centrale, ad oggi, invece, gli unici atti concreti e riconosciuti oggettivamente come passi avanti verso lo stop ad Ombrina arrivano dal M5S".

"La maggioranza - conclude - mette per l'ennesima volta in discussione se stessa con una legge che voteranno tardi e che servirà a lavare le coscienze PDine, forse voluta per poter dire agli abruzzesi: “abbiamo fatto tutto il possibile”, ma sappiamo che non è così, non hanno fatto tutto".