Chiuse le golene sul porto canale, strade allagate e massimi livelli di guardia per gli argini del Pescara, le 24 ore di pioggia battente hanno messo in crisi molte zone della città e dei comuni limitrofi.La Protezione Civile aveva segnalato da ieri la pericolosità di molti fiumi del  teramano del chietino e del pescarese.
Il Pescara è straripato in vari punti a Chieti Scalo e a Spoltore, mentre a sud, nella limitrofa Francavilla al Mare  sia il fiume Alento e il Foro hanno superato in più punti il livello di guardia.
Strade allagate ovunque in centro, da via Marconi, viale Pindaro fino a San Donato e sottopassaggi allagati in tutta la città. Problemi anche per quanto riguarda le acque bianche che in zona stadio sono defluite in mezzo alla pioggia.