Forse non tutti sanno che nel nuovo codice della strada è stato abrogato il divieto di guidare a piedi nudi, o con gli infradito, zoccoli, scarpe aperte ecc lo spiega il sito leggepertutti.it e il portale della Polizia di Stato . E' a discrezione dell'autista guidare nella massima sicurezza e grazie alle nuove tecnologie "soprattutto in considerazione dei cambiamenti tecnologici che hanno portato le auto a rispondere più prontamente ai comandi del conducente" (qui però bisognerebbe capire che non tutti guidano automobili di ultima generazione ).

In ogni caso, via libera ai piedi nudi sui pedali freno frizione e accelleratore, anche se il codice della strada in ogni caso prevede che "il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo" quindi c'è una certa discrezionalità da parte delle forze dell'ordine che possono valutare caso per caso, se effettivamente il conducente è nelle migliori condizioni per guidare.
Diversamente dall'anno scorso, quindi, se guidate scalzi o con scarpe aperte, la multa non sarà più automatica,anzi, quasi sicuramente non la prenderete. Sul sito della Polizia si legge infatti che non è più un obbligo la scarpa chiusa, ma "il conducente deve autodisciplinarsi nell'abbigliamento in modo da garantire un'efficace azione di guida con i piedi"

Attenti all'assicurazione però, anche in questo caso la situazione non è ancora chiarissima, in caso di incidente, qualora nel verbale venisse specificato che il conducente guidava scalzo (per esempio), la compagnia assicurativa potrebbe considerare il sinistro provocato da una "negligenza grave" ed intentare una causa prima di pagare.