Ci sono voluti 20 minuti all’arbitro Abbatista per rimandare a data da destinarsi l’incontro di serie B Novara-Pescara. La nebbia che nel capoluogo piemontese si tagliava con il coltello ha impedito anche il regolare inizio della partita, fissato per le 20.30. Dalle tribune lo stadio Silvio Piola era come ingoiato dalla nebbia, ed anche dal campo, la visibilità da porta a porta era non sufficiente anche solo per provare a dare il fischio d’inizio. Rumoreggiano i tifosi ospiti e di casa che temono il peggio, e specialmente per gli adriatici che ben si fanno sentire, il peggio è proprio non giocare, visto il lungo viaggio sopportato sin qui. Ed infatti non si è giocato: palla rossa sul piedistallo, ultimo sopralluogo alle 21, la nebbia è sempre lì, se possibile più fitta e lo speaker dall’altoparlante annuncia: “partita rinviata a data da destinarsi”.  Dice anche di conservare i biglietti, fino a quando, non si sa. Mister Oddo parlotta coi suoi giocatori e rinvia lo scontro Mister Baroni, che immediatamente prima di lui sedeva sulla panchina del Pescara per essere infine esonerato ad una giornata dalla fine del campionato di serie B del’’anno scorso, quando poi, con Oddo il Pescara si è giocato i play off. Poco altro da dire su questa mancata partita.

 

 

 

Augusto Bucciarelli