Il day after della notte bianca dell'Adriatico si divide tra commenti entusiasti e qualche critica nei confronti dell'organizzazione dell'evento. Da un lato, Rete8, uno dei protagonisti della notte bianca dell'Adriatico con la diretta dell'evento. Dall'altro, Diario Quotidiano, blog personale di Gianluigi D'Angelo. 

Ma alla fine, la notte bianca dell'Adriatico è stata un successo o un flop?


L'articolo di Rete8 non lascia dubbi:

"Successo a Pescara per la Notte Bianca dell’Adriatico, l’evento organizzato dal Comune e seguito in diretta da Rete8. Il maltempo ha concesso una tregua e, dopo tre rinvii, la Notte Bianca di Pescara ha richiamato tantissime persone in città".

La risposta di Gianluigi D'Angelo è altrettanto chiara:

"Molti pescaresi lo ignorano ma ieri sera c’è stata la Notte Bianca dell’Adriatico. Un evento attesissimo se non altro perchè rimandato per ben 3 volte causa maltempo. Dal 16 luglio si è passati al  24 Luglio e poi infine al 6 Agosto. Nulla da dire sulla sfortuna, quando ci si mette il maltempo c’è poco da fare, se le condizioni metereologiche sono sfavorevoli non si può che rimandare. Ma se oltre al fato ci si mette la disorganizzazione allora accade quello che è successo ieri sera, una notte bianca improvvisata, un grande flop. Nonostante la contemporanea presenza di Enrico Ruggeri (chiamato last second a sostituire gli Stadio), Michele Placido e Tonino Carotone la partecipazione è stata modesta, siamo lontani dalle oltre 200.000 persone dell’anno scorso".



Oggettivamente le presenze sono state nettamente inferiori all'edizione dell'anno scorso ma il format dell'evento è di sicuro successo.

Il futuro della notte bianca dell'Adriatico è roseo.