PESCARA - Due sorelle di Pescara, rispettivamente di 30 e 26 anni, stanche di fare la fila al Pronto Soccorso entrano direttamente nell'ambulatorio con la pretesa che una di loro venisse visitata immediatamente. A far agire così le 2 ragazze è stata molto certamente la paura, la sorella più grande con la paura che le potesse succedere qualcosa di grave è andata in panico facendola arrivare quasi al delirio.

Infatti le due sorelle non si sono limitate solamente a pretendere di dover essere visitate ma hanno iniziato ad inveire contro il personale medico arrivando ad alzare la voce e agli insulti. La situazione sembrerebbe degenerata nel momento in cui sono arrivati i poliziotti, avvisati dagli stessi infermieri. 

Le due ragazze si sono rifiutate di fornire le loro generalità continuando ad avere un atteggiamento spocchioso e di sfida anche nei confronti della Polizia. E' stato necessario, a questo punto, l'intervento di una pattuglia di rinforzo aggiuntiva.

La vicenda si è conclusa con il riconoscimento delle 2 sorelle che hanno deciso di arrendersi senza neppure ricevere più la visita medica, erano in possesso di un bollino verde.

Però per loro non finisce qui in quanto dovranno rispondere di interruzione di pubblico servizio, oltraggio a pubblico ufficiale e rifiuto di indicare le generalità.


F.D.T.