No Oil , No Triv, No Ombrina Mare, sono in 30000, forse anche più, per dire NO al progetto di estrazione di idrocarburi e gas Ombrina Mare Medoil Gas.
Tutto l'Abruzzo si stringe intorno alla costa dei trabocchi minacciata dalle trivelle delle multinazionale degli Idrocarburi che rischiano di cambiare per sempre la nostra costa.

La dove si avvistano i delfini, tra i sei e i nove chilometri di fronte la costa Abruzzese, Medoil gas ha in programma di costruire due piattaforme più una cisterna galleggiante per l'estrazione e la raffinazione di petrolio e gas.

"Un solo incidente può compromettere per sempre il turismo e il comparto agroalimentare, economie diffuse che garantiscono molti più posti di lavoro di quanti ne promettano i petrolieri" è questa la maggiore obiezione mossa contro il progetto Ombrina dal Comitato No Triv uno degli organizzatori della manifestazione.

E' un paradosso che per il Governo le produzioni di olio e vino, il nostro paesaggio, i tanti impianti e lavorazioni che non provocano non siano attività strategiche a norma di legge. Lo sarebbero invece i pozzi e l'economia del petrolio che mettono a rischio la natura e che sono causa anche dei cambiamenti climatici e un pesante inquinamento. In sostanza royalties e petroleuri hanno fatto la differenza.

Il Decreto Sblocca Italia ha spianato le strade alle trivelle, ormai può la politica scongiurare la realizzazione delle piattaforme? No, anche se tutti i partiti stanno manifestando, la sostanza è che le decisioni verranno prese dalla Commissione VIA che ha gia dato le autorizzazioni.

Come fermare le trivelle a questo punto? I No Triv hanno la risposta: ".E' ancora possibile sconfiggere la deriva petrolifera resistendo uniti e numerosi"

L'unica possibilità, proposta dai Sindaci della Costa dei Trabocchi al Governatore D'Alfonso è quella di trasformare il Parco Naturale della Costa dei Trabocchi in "Parco Nazionale Marino". Così facendo il territorio costiero e le aree di approcchio naturalisti conserverebbero un inderogabile grado di protezione ambientale e paesaggistica.