Nessun tipo di violenza sulla piccola Katia.

Gli accertamenti sanitari eseguiti sulla piccina di Montorio, Katia, ritrovata sana e salva ieri intorno alle 11,30 a meno di un chilometro da casa hanno dato esito negativo, dunque la bimba non e' stata violata ne' e' rimasta ferita.

Verra' ancora tenuta in osservazione e sara' seguita in questa fase da una psicologa per superare il momento. Quanto alla ricostruzione del suo allontanamento, i carabinieri della compagnia di Teramo diretti dal maggiore Riziero Asci hanno accertato che la piccola era solita allontanarsi di pochi metri dal luogo di giochi.

Poi, probabilmente, venerdì sera, si e' spinta oltre superando un terreno coltivato a orto spingendosi poi nel boschetto dove ha smarrito la strada. Qui e' rimasta tutta la notte da sola.

Si e' svestita tenendo gli abitini stretti a se'. Nonostante la zona fosse battuta, la piccola alla chiamata dei soccorritori che l'hanno cercata per 16 ore non ha risposto.

Usava farlo, avrebbe raccontato la madre ai carabinieri, anche con i genitori ai quali non rispondeva quando la cercavano. A ritrovare la piccola sono stati i cani molecolari e un barista della frazione teramana che ha partecipato alle ricerche.