Un commerciante di Montesilvano, Sandro Pomante, si è incatenato questa mattina davanti al Comune della città adriatica in segno di protesta contro l'amministrazione per la chiusura al traffico serale della riviera che, a suo dire, sta danneggiando il suo ristorante, Sapò, situato sul lungomare, all'altezza di via Piemonte. E' stato ricevuto a Palazzo di città dal sindaco Francesco Maragno, dal suo vice Ottavio De Martinis e dall'assessore Valter Cozzi che stanno cercando di individuare una soluzione che possa in qualche modo aiutarlo.

"Dal primo luogo al 4 settembre, spiega il ristoratore, la riviera è chiusa dalle 20.30 a mezzanotte e trenta, per le manifestazioni estive. A giugno ho lavorato ma a luglio ho avuto un calo del 40 per cento rispetto allo stesso mese dell'anno scorso e sono pronto a dimostrarlo. Ora il Comune sta cercando una strada che potrebbe essere quella del passaggio del trenino anche nella zona del mio ristorante, per far arrivare la clientela. Mi è stato anche suggerito il posizionamento della cartellonistica stradale per agevolare i clienti"