"Il recente incidente accaduto all'incrocio tra via D'Annunzio e Via Conte di Ruvo, che ha visti coinvolti un autobus di linea ed un ciclista urbano, ci sollecita a intensificare i nostri sforzi per rendere la mobilità di Pescara più sicura, soprattutto per le utenze deboli. A testimonianza di questo nostro impegno vi è proprio la recente realizzazione, a conclusione di lavori di altra natura che hanno comportato il rifacimento della pavimentazione stradale, di una nuova segnaletica proprio sull'asse di Via Conte di Ruvo, che contiene elementi innovativi in termini di maggiore attenzione alla sicurezza delle utenze più deboli della strada, condizioni che saranno estese agli assi viari più importanti di intersezione".

Cosi il vice sindaco di Pescara, Enzo Del Vecchio, interviene a proposito della mobilità sostenibile che verrà estesa da via Del Circuito a tutta la città di Pescara.

LA NOTA COMPLETA


"Al di là della dinamica dell'incidente richiamato, rimane comunque un contesto di pericolosità che deve essere assolutamente risolto ed eliminato. Non per nulla lungo Via Conte di Ruvo la corsia degli autobus è stata allargata a 4,50 m, per consentire il passaggio in sicurezza delle biciclette, il tutto sostenuto da segnaletica orizzontale e verticale. Agli incroci è stata realizzata una segnaletica di allerta per gli attraversamenti, che condiziona tutti coloro che vi transitano ad un maggiore grado di attenzione.


In particolare riteniamo che realizzare un punto di attesa avanzato dei ciclisti davanti ai veicoli al semaforo rosso sia una scelta che può evitare situazioni critiche. Dette piazzole chiamate appunto 'casa avanzata', consentono ad esempio ai ciclisti di fermarsi davanti all'autobus senza rimanere affiancati a questi, rischiando di non essere visti a semaforo verde.


Tale condizione può essere diffusamente adottata in città in quanto consente ai ciclisti di rimanere molto visibili dai mezzi chi si trovano dietro. Funzionale appare la soluzione di rendere ugualmente visibile l'attraversamento ciclabile di fianco a quello pedonale con piazzole di attesa del verde semaforico sempre davanti ai veicoli fermi con il rosso.


Si tratta di soluzioni innovative a cui questa Amministrazione sta lavorando utilizzando anche la risorse del Centro di Monitoraggio e Gestione sicurezza stradale e che quanto prima saranno realizzate nelle zone più critiche della città".