Pescara"Alle chiacchiere fumose del governo Alessandrini preferiamo fatti concreti: abbiamo depositato la richiesta di convocazione urgente e congiunta delle Commissioni Lavori pubblici-Commercio-Ordine pubblico e sicurezza per avere informazioni certe, fondate e definitive sul riannunciato trasferimento del mercatino abusivo degli extracomunitari che oggi insiste ancora sulle aree di risulta della stazione ferroviaria. Soprattutto abbiamo chiesto la presenza al vertice del Responsabile delle Ferrovie per Marche e Molise per sentire direttamente dal dirigente se le Ferrovie hanno espresso il proprio consenso al trasloco sotto il tunnel della stazione, una decisione che gia' abbiamo bollato come assurda e inconcepibile, contraria a qualunque principio di sicurezza e contro la quale, a questo punto, intraprenderemo una battaglia senza quartiere. Lo hanno annunciato il capogruppo di Forza Italia alla Regione Abruzzo Lorenzo Sospiri e il consigliere comunale azurro Fabrizio Rapposelli che hanno ufficializzato la richiesta gia' depositata per la convocazione urgente, ovvero entro 7 giorni, della riunione congiunta delle tre Commissioni consiliari. Il mercatino degli extracomunitari - hanno rimarcato - e' abusivo e va semplicemente smantellato, esattamente come previsto nell'ordinanza firmata lo scorso agosto 2015 dal sindaco Alessandrini. Ora vogliamo che le Ferrovie si assumano la responsabilita' di certificare il rispetto delle garanzie di sicurezza per la citta', oltre che gli oneri dell'allestimento dell'area dedicata, circa 100mila euro preventivati, perche' se e' vero che il Comune detiene la gestione dei sottopassi carrabili, e' vero che quello spazio e' chiuso a qualunque accesso, pedonale e carrabile, e quindi la sua gestione ricade sulle casse di Ferrovie e non dei pescaresi. "Forza Italia ha una certezza - hanno ricordato il capogruppo Sospiri e il consigliere Rapposelli -: il mercatino abusivo degli extracomunitari non puo' restare sotto la massicciata della ferrovia, anzi non sarebbe mai dovuto essere spostato in quella posizione. Innanzitutto per ragioni di sicurezza, visto che il mercatino e' posizionato esattamente sotto il binario 1. Poi per una questione di legalita': non ci sono autorizzazioni, non ci sono contratti, la maggior parte degli ambulanti presenti non ha neanche la licenza per vendere, non emette fatturazione, non paga le tasse. A piu' riprese, poi, e' stata segnalata la presenza di merce contraffatta su quelle bancarelle posticce e improvvisate, imponendo blitz congiunti della Polizia municipale e della Guardia di Finanza, con relativi sequestri, l'ultimo appena tre giorni fa, dopo mesi passati a predicare sull'ottimo comportamento degli ambulanti. Stanchi di rincorrere voci, vogliamo certezze sentendo direttamente dagli assessori delegati cosa ha deciso la giunta Alessandrini, e, soprattutto vogliamo incontrare il Responsabile delle Ferrovie per Marche e Abruzzo per avere il parere formale delle Ferrovie su tale ipotesi di trasferimento, Ferrovie che sino a ieri erano contrarie anche alla presenza dei clochard a ridosso della stazione ferroviari, puntualmente sgomberati. Noi hanno detto infine Sospiri e Rapposelli - ci opporremo a quel trasloco, le cui spese, comunque, dovranno essere a carico delle stesse Ferrovie, proprietarie del tunnel, che dovranno anche garantire le misure di tutela per la citta', dunque accollarsi gli oneri della sorveglianza dello spazio, del suo allestimento interno, e certificare che quel mercatino, sotto i binari della stazione, non rappresenterà un pericolo per l'incolumitò dei cittadini". 

http://www.pescarawebtv.it/