Maxi sequestro della Guardia Costiera di Ortona , che ha questa mattina ha sequestrato più di una tonnellate di cozze e vongole pescate abusivamente e stoccate senza alcune autorizzazione. Gli oltre 1000 kg di mitili erano racchiusi in enormi sacchi immersi nelle acque di un porticciolo turistico in zona rocca san Giovanni.
C'è stato bisogno di immergersi per scovare l'intero quantitativo di cozze di contrabbando e per recuperarli la Guardia Costiera ha dovuto faticare non poco di fronte alle resistenze dei pescatori abusivi, finendo col dover chiedere l'intervento dei Carabinieri.

Da dove provengono questa tonnellata di mitili ? La Guardia Costiera non esclude che siano stati pescati nell’area delle antistanti piattaforme petrolifere, quindi potenzialmente inquinati  dannosi per la salute, sicuramente non adatti per la vendita e per essere destinati al consumo umano.  
I responsabili della pesca di frodo sono stati multati per 3500 euro, mentre eventuali esercizi commerciali e ristoranti che mettono in vendita e distribuiscono mitili e prodotti ittici privi di tracciabilità e bollo sanitario l'ammenda sarebbe di 24000 euro