Per sei anni ha maltrattato in piu' occasioni la madre per estorcerle denaro per acquistare alcolici e sostanze stupefacenti.

Protagonista della vicenda e' un giovane di 28 anni, nato a Pescara e residente a Montesilvano, invalido civile e con precedenti di polizia. La donna, che e' stata anche percossa dal figlio, ha dovuto fare ricorso, in qualche occasione, alle cure dei sanitari del pronto soccorso.

I ripetuti maltrattamenti hanno costretto la vittima a denunciare il giovane, che e' stato quindi sottoposto dai carabinieri di Montesilvano alla misura di custodia cautelare in luogo di cura, su disposizione del gip del Tribunale di Pescara, Gianluca Sarandrea.

Ieri il 28enne, affetto da disturbi mentali di tipo borderline, e' stato ricoverato nel reparto di Psichiatria dell'ospedale pescarese, in attesa di essere trasferito in una casa di cura idonea.

Sempre ieri, i carabinieri hanno eseguito la misura cautelare dell'allontanamento e del divieto di avvicinarsi alla casa familiare a carico di un uomo di 49 anni, nato a Monza e residente a Montesilvano, accusato di condotte violente ai danni della moglie, anche in presenza dei due figli minorenni. A far scattare l'ordinanza e' stata la denuncia della donna.