Una famiglia impegnata in un'escursione sul monte Prena del Gran Sasso d'Italia e' stata travolta durante un nubifragio da un torrente d'acqua che ha portato via e ucciso una donna di 44 anni.

In salvo suo marito e i due figli, una adolescente di 13 anni e un bambino di 9 anni. Tutto e' iniziato ieri pomeriggio, quando un violento temporale ha sorpreso i malcapitati ai piedi della vetta del Prena, che tocca i 2.561 metri di altitudine.

In breve tempo una enorme quantita' di acqua si e' accumulata in bacini temporanei, favoriti anche da vecchia neve che ha formato vere e proprie dighe. Improvvisamente l'acqua si e' riversata a valle trasportando rocce e massi e travolgendo la donna, che non ha avuto scampo.

La situazione estremamente pericolosa ha costretto il padre, inerme di fronte all'accaduto, a restare in quota con il bambino ed a mandare la ragazzina a valle in cerca di aiuto.

Giunta sulla strada asfaltata, la tredicenne e' stata accompagnata da un passante a Campo Imperatore e da li' e' stato lanciato l'allarme al 118.

Una squadra del Soccorso alpino con elicottero ha provveduto a recuperare padre e figlio, bloccati da ore su un dirupo di 50 metri e ormai allo stremo delle forze per la caduta continua di massi.

In serata i tre sventurati sono stati accompagnati all'ospedale San Salvatore dell'Aquila, nel cui obitorio si trova anche la salma della donna.