Un locale della costa teatina, teatro della movida estiva, e' stato chiuso perche' non era registrato alla Asl per la somministrazione di alimenti e bevande.

La chiusura e' scattata in seguito ai controlli dei carabinieri del Nas, partiti dietro segnalazione di alcuni clienti e turisti che avevano lamentato la mancanza di un bagno.

L'ispezione dei militari del Nas, diretti dal capitano Domenico Candelli, ha accertato non solo la mancanza di servizi igienici destinati al pubblico, ma anche che l'attivita' operava in modo abusivo in quanto non era registrata alla Asl per la somministrazione di alimenti e bevande.

Inoltre, gli alimenti somministrati dal bar non erano sottoposti alle procedure di autocontrollo previste dalla legge. Il conseguente intervento della Asl di Chieti ha determinato il provvedimento di chiusura.