Un vecchio detto dice: “una mela al giorno toglie il medico di torno” ed in effetti la saggezza popolare ci prende anche questa volta. Questo frutto, visto l’alto numero di nutrienti è uno dei più completi, in esso ritroviamo in equilibrio perfetto acqua, fibre, proteine, Sali minerali e zucchero.
Per ogni bimbo in fase di svezzamento e per ogni essere umano all’ultimo capitolo della sua esistenza la frutta ha il sapore della mela non solo perché nutre ma soprattutto perché stimola il ringiovanimento dell’organismo, consumarla regolarmente permette di mantenere vigorosi ed elastici i tessuti con un effetto di benessere generale. Tra i numerosi Sali minerali contenuti possiamo ricordare il ferro, il calcio, il potassio, fosforo e magnesio. Inoltre grazie alle vitamine A e C rafforza il nostro sistema immunitario contro le asperità di un clima in continuo cambiamento.
Ma sicuramente quello che tutti sapete è che ha un ruolo determinante nel regolare il funzionamento intestinale sia in chi soffre di colite che di stitichezza ed inoltre è consigliata in caso di diabete e problemi cardiocircolatori per le sue funzioni di regolazione del colesterolo e degli zuccheri nel sangue.

Questo pomo, esistente in più di mille qualità è un ottimo disintossicante e drenante delle sostanze nocive che mettono ogni giorno a repentaglio il nostro benessere, e se Biancaneve, Eva,capitan  Hector Barbarossa e Alan Turing non sono riusciti a resistere dal mangiarla con tutta la buccia perché dovremmo, noi, essere da meno?
Di fatti è nella buccia che questo frutto conserva il meglio delle sue qualità, i triterpenoidi che a quanto pare sono in grado di combattere il proliferare delle cellule tumorali, per questo motivo è necessario consumarne di biologiche così da essere certi di poterle mangiare intere lasciando solo il torsolo. In cucina la mela è la regina dei fornelli, dall’ antipasto al dolce si potrebbe creare un menù interamente a base di mele, la sua versatilità e le numerose qualità differenti la rendono adatta a insalate, zuppe, risotti, secondi di carne ma anche di pesce, per non parlare della pasticceria dove da il meglio di se.

Da questa lunga dissertazione mi sembra chiaro il mio amore incondizionato per le mele che sono entrate a far parte anche delle mie cure di igiene personale e della casa, con le mele ci si può fare di tutto anche nel campo della cosmesi. mentre per i carnivori è del maiale che non si butta via niente allo stesso modo per i vegetariani è della mela che non si butta via nulla.
So come ogni zia amorevole che si rispetti che i bambini molto spesso preferiscono altro, come biscotti o merendine e che purtroppo passata la fase dello svezzamento la mela è uno dei frutti che mangiano meno ed è  allora che la super zia deve arrivare in aiuto delle mamme disperate che magari non sempre hanno il tempo di nascondere questo frutto prodigioso in una torta, prendendo i piccoli furfanti per la gola.

Oggi vi propongo una torta di mele naturale senza zuccheri raffinati, grassi animali ricca di mele e con un pizzico di cioccolato bianco che nasconde quanto basta il sapore classico della mela, lasciando questo dolce leggermente umido. I bambini ma anche i grandi lo divoreranno in batter d’occhio mantenendo comunque basso il colesterolo e lo zucchero nel sangue.

TORTA DI MELE E CIOCCOLATO BIANCO
Ingredienti:
2 uova
50gr di cioccolato bianco tritato finemente
100gr di miele di acacia
200gr farina integrale
2 mele
½ bicchiere di latte di soia o acqua
Scorza di limone grattugiata
15gr di lievito per dolci
Un pezzetto di cannella
Succo di limone
1 cucchiaio di olio evo

Preparazione:

cominciamo marinando le mele,una volta sbucciate e tagliate a pezzetti spruzziamole con il succo di limone e  aggiungiamo il tocchetto di cannella intera.
In una terrina sbattiamo le uova con il miele e l’olio, aggiungiamo la farina alternandola con un po di latte, potrebbe anche accadere che ci sia bisogno di più di ½ bicchiere di latte visto che le varie marche di farine integrali hanno consistenze differenti e tendono ad assorbire molti più liquidi delle farine raffinate. Quando l’impasto risulterà ben amalgamato e non troppo liquido aggiungete la scorza di limone, subito dopo il lievito e il cioccolato bianco. A questo punto le nostre mele si saranno ben insaporite, scolatele dalla marinatura eliminando la cannella e il succo di limone e incorporatele al composto. Versate il tutto in uno stampo ben oliato e infarinato oppure foderato di carta forno e infornate a 180° per 30-35 minuti. Presentatelo spolverandolo con un po di zucchero al velo oppure accompagnate con una salsa alle mele.

PER NON SPRECARE
 Dalla preparazione vi resteranno i torsoli delle mele, con quelli io ci faccio l’aceto che non uso solo come condimento ma è ottimo anche per donare lucentezza ai capelli dopo lo sciampo, disinfettare le superfici e pulire frigorifero e freezer.  In un contenitore di vetro inserite i torsoli e coprite completamente con dell’acqua fredda. Chiudete e lasciate fermentare per qualche giorno, appena si formerà sulla superficie un po di schiuma eliminatela e continuate così ancora per qualche giorno, l’aceto sarà pronto quando aprendo sentirete il tipico odore dell’aceto e la schiuma in superficie sarà diminuita.
Anche per le bucce ho diverse alternative, in genere se voglio terminare il piatto uso le bucce e il succo della marinatura per preparare una marmellata dopo la cottura basta frullare le bucce e servire tiepida con la torta oppure aggiungere dello zenzero e peperoncino e fare un chutney da servire con la carne alla griglia. Oppure potete pensare a voi e frullare le bucce con un cucchiaio di miele e ecco a voi una bella maschera per il viso da tenere in posa 10- 15 minuti che aiuta ad attenuare gli arrossamenti,  le macchie causate dal sole, esfolia e libera i pori e grazie al miele che avremo aggiunto la nostra pelle dopo il risciacquo con acqua tiepida risulterà più luminosa ed idratata.