Da chi in Calabria ha inventato la carne senza carne facendo gustare in tranquillità porchetta, fiorentina e salumi rigorosamente ottenuti dal grano e quindi privi di trigliceridi a chi in Campania ha avuto l'idea di produrre un liquore di lumaca, fino alla stalla hi tech che consente di allevare in Abruzzo i maiali direttamente da casa via web.

Sono alcune delle novità presentate a Expo per l' Oscar Green, il premio di Coldiretti alle imprese più innovative. Sul palcoscenico del padiglione No Farmers no Party dalla Sicilia è arrivato il "seed saver spaziale" che ha recuperato antichi tipi di legumi e cereali minacciati di estinzione selezionati da Agrotec, azienda che si occupa dell' approvvigionamento degli astronauti; dalla Marche un giovane vivaista ha ideato stravaganti "torte di prato"; in Sardegna si è scommesso su un progetto di chimica verde per produrre biocombustibile dalla pianta di cardo, mentre da Venezia tra i giovani finalisti si è presentato anche l'ultimo agricustode dell'isola di Torcello, l'unico imprenditore agricolo rimasto a presidio del territorio: passa le sue giornate a coltivare i carciofi.

Sull'innovazione ha invece puntato chi in Friuli ha brevettato la "macchina per spillare polenta alla spina" o chi in Toscana ha ideato una App salvatruffe per tutelare il vero extravergine d'oliva. Sulla tracciabilità completa si basa anche l'esperienza di un imprenditore che in Emilia Romagna ha cominciato a produrre cachemire Made in Italy dalla capra all'atelier. In Puglia, invece, inaugurato il primo Agricinema, mentre in Molise tre donne (una preside, una direttrice del carcere e una educatrice) si sono impegnate per rieducare i detenuti attraverso progetti agricoli.