Questa sera sabato 7 novembre, presso il Cinema Teatro Circus di Pescara, alle ore 19 circa, all’interno del programma del Festival delle Letterature dell’Adriatico (#FLA15), tra gli interventi di Oscar Farinetti e di Michele Serra, la critica d’arte Silvia Moretta, Giacomo Cuzzi, assessore ai Grandi Eventi del Comune di Pescara e Cristian Summa, direttore della società Share City  rappresentante degli imprenditori pescaresi presenteranno il progetto AMA Apparent Million Age. Quante vite per un milione di euro.

La mostra fotografica è ideata dalla fotogiornalista Antonella Di Girolamo e si aprirà a Pescara, tra le apparenti pareti dell’Urban Box di Piazza Salotto, a partire dal 14 novembre 2015, dalle ore 17.30, e sarà visitabile fino al 26 novembre. L’iniziativa approda a Pescara grazie al patrocinio dell’assessorato al Commercio, Turismo e Grandi Eventi del Comune di Pescara, della Camera di Commercio di Pescara e della Fondazione Dean Martin. L’organizzazione è dall’Associazione culturale Akedà  in collaborazione con la società Share City di Pescara, la tappa pescarese è curata da Silvia Moretta.

Apparent Million Age. Quante vite per un milione di euro è stato già esposto a Roma e Firenze ed è innanzitutto "un gioco fotografico che nasce dalla volontà di ‘umanizzare’ il denaro", un gioco che però fa riflettere, e molto, sulla percezione che abbiamo di tempo e soldi.

In mostra 31 ritratti di persone comuni di diversi Paesi accompagnati da un calcolo matematico, che risponde a una domanda: in quanti anni, corrispondenti a quante vite di lavoro, questa persona riuscirebbe a guadagnare un milione di euro? La cifra è simbolica, un punto di arrivo apparentemente alla portata di tutti, basterebbe una vincita in denaro o il sogno di ricevere una inaspettata eredità.