Con una lettera firmata dal Capo Franco Gabrielli, la Protezione Civile ha intimato il pagamento delle somme provvisionali, versate dopo la condanna di primo grado dei 7 membri della Commissione Grandi Rischi, ai parenti delle vittime del terremoto che sei anni fa ha distrutto la città de L'Aquila.

"Un gesto gravissimo" secondo gli avvocati della Parte civile l' atto di messa in mora e intimazione di pagamento dopo l'assoluzione in appello di 6 dei 7 imputati, proprio prima del ricorso in Cassazione contro la sentenza di secondo grado e il rinvio a giudizio di Guido Bertolaso al tempo Capo della Protezione Civile.

Si tratta di circa 8 milioni di euro da restituire alla Protezione Civile tra provvisionali, spese legali e interessi legali maturati fino al febbraio 2015.

Secondo indiscrezioni, le some restituite, tra l'altro, non tornerebbero certamente allo Stato Italiano , ma finirebbero inesorabilmente nelle tasche degli avvocati della Protezione Civile che hanno parcelle da 400.000 euro a causa.