Sono oltre 130 i vini abruzzesi in gara alla 15esima edizione del concorso enologico internazionale "La Selezione del Sindaco", organizzato dall'Associazione Citta' del Vino, in corso a L'Aquila fino al 28 maggio. Rappresentano circa il 10% degli oltre 1.100 vini iscritti provenienti da tutta Italia e anche dall'estero. L'evento e' realizzato in collaborazione con l'assessorato all'Agricoltura della Regione Abruzzo, del Comune dell'Aquila, oltre che della Camera di Commercio.

La scelta del capoluogo abruzzese e' stata dettata di un duplice motivo: valorizzare le produzioni enologiche abruzzesi che, nel corso degli ultimi anni sono cresciute in qualita' e notorieta', e offrire alla citta' un'ulteriore occasione di visibilita' e rilancio, nel pieno dei lavori di ristrutturazione e recupero dopo il terremoto del 2009. In prima fila l'Istituto Alberghiero Leonardo Da Vinci del capoluogo coinvolto nell'organizzazione dell'evento: l'indirizzo di Enogastronomia ha preparato i pasti serviti durante la manifestazione.

Si tratta delle classi 4F, 4A, 5E, 3A, 5A con i docenti: Pierluigi Casciola, Marco Di Cesare e Domenico Di Benedetto. Ad allestire la sala per le degustazioni, coffee break e sommelier sono state le classi dell'indirizzo Sala e vendita e in particolare la 3C, 3D, 4C, 4D e 5C con il docente Vincenzo Ambrosini. Le commissioni di degustazione, composte da oltre 80 commissari provenienti da varie parti del mondo, sotto l'egida dell'Oiv (Organizzazione internazionale della Vite e del Vino) e l'autorizzazione ufficiale del ministero delle Politiche Agricole, determineranno le Medaglie d'Oro o d'Argento che saranno assegnate ai vini ritenuti tra i migliori. La premiazione delle aziende, alla presenza dei sindaci delle Citta' del Vino, avverra' come ogni anno a Roma, nei primi giorni di luglio, nella Sala della Protomoteca in Campidoglio.

Gran lavoro per il personale addetto alla ricezione dei vini: sono oltre oltre 6.000, infatti, le bottiglie stoccate presso la ex-Optimes nell'area industriale di Pile a L'Aquila e circa 1.200 i calici che sono utilizzati per le tre giornate di degustazione.