Primo storico punto per l’A.S.D. Doogle al debutto assoluto nel Campionato di Serie D di calcio a 5. 

Nella trasferta di Roccamontepiano arriva un pareggio conquistato all’ultimo secondo di partita, un 7-7 che ha dell’incredibile: il gol di Milozzi allo scadere ha coronato una prestazione tutta grinta e cuore per i ragazzi di Mister Zuccarini che volevano ben figurare in questa prima importantissima e ci sono riusciti in pieno. 

La matricola Doogle ha imposto il pareggio ad una delle formazioni più quotate del girone, il Roccamontepiano C5, ed ora guarda con più fiducia al debutto casalingo contro la Casolana previsto domenica prossima a Chieti presso l’impianto di Piana Vincolato.

Il gruppo è la vera forza del Doogle: i giocatori con maggiore esperienza hanno infatti saputo trasmettere sicurezza a quelli che non avevano mai giocato in questa categoria. L’esultanza sul gol a fine gara e l’abbraccio corale della squadra la dice tutta sull’unione che si è creata fra i giocatori stessi e lo staff.

Parte benissimo il Doogle: palla al centro e subito gol con il gran tiro di Grossi da centrocampo. Da verificare, ma molto probabilmente si tratta di una delle reti più rapide mai viste sui campi di calcio a 5.

Al secondo minuto è bravo il portiere D’Onofrio Andrea ad opporsi a capitan Pinti. Sempre il panterone dice no alla conclusione di Di Cocco. Il Doogle trova il raddoppio al settimo con un’astuta rete di Palombaro che alla fine sarà il top scorer del match con quattro reti all’attivo.

Dopo un salvataggio sulla linea di Milozzi, il Roccamontepiano trova il gol con Orlandi ben imbeccato con uno schema preciso da capitan Pinti.

Al 13' palla in avanti per Colacito che vede D’Angelo fuori dai pali e cerca di beffarlo con un lob, ma la palla finisce alta di poco. Dopo un palo di Grossi, il Doogle subisce il ritorno della Rocca che pareggia al 18' con Pinti sul cui tiro D’Onofrio Andrea riesce solo a sfiorare la sfera ma non a trattenere.

Il portiere si riscatta alla grande poco dopo quando non si fa sorprendere sulla botta di Ruano.

La Rocca fa tris al 24' quando su angolo è bravo Iuliani a trovare il diagonale giusto. Il Doogle vive un momento difficile, ma cerca di reagire con Palombaro che impegna severamente D’Angelo.

Arriva però il poker della Rocca: perfetto lo schema che porta in rete Ruano. Il primo tempo si chiude sul 4-2 per la squadra di casa. L’inizio ripresa è forse il momento più difficile del match per il Doogle. D’Onofrio salva più volte la sua porta, ma nulla può quando, su bella imbucata di Mannelli, Pinti colpisce portando i suoi sul 5-2. 

Poco dopo D’Onofrio si esalta sul lob dello stesso Pinti chiudendogli bene lo specchio della porta. Il Doogle accorciale distanze all’8': Grossi mette un perfetto pallone sulla linea di porta e Palombaro deve solo spingerlo in rete. Al 17' arriva però il sesto gol del Roccamontepiano sempre con capitan Pinti che vede lo spiraglio giusto e fa secco l’incolpevole D’Onofrio.

Al quarto d’ora viene annullata una rete a Grossi: punizione tirata direttamente in porta, invece era di seconda. Il Doogle c’è e lo dimostra trovando due gol con Palombaro e Colacito. D’Onofrio riesce ancora una volta a salvare i suoi sul tocco di Di Cocco. A quel punto Mister Zuccarini si gioca la carta del portiere avanzato, ma la Rocca colpisce quasi alla mezzora quando, proprio con D’Onofrio fuori dai pali, Di Cocco segna a porta vuota il gol del 7-5.

Partita finita? Assolutamente no! Il Doogle è duro a morire e gioca un ultimo minuto da leoni. Prima trova la rete con il bomber Palombaro e all’ultimo secondo del match anche l’incredibile pareggio con Milozzi che con la sua esperienza prova il tiro della disperazione da metà campo: la palla si insacca fra l’esultanza di tutti i compagni di squadra. 

Finisce 7-7, un esordio dunque altamente positivo per il Doogle in campionato come sottolineato anche dal Mister Gabriele Zuccarini a fine partita: "Il risultato suona come fosse una vittoria per questa neonata squadra perché ottenuto contro un avversario di alto profilo, dunque sono davvero soddisfatto. Abbiamo certo ancora tanto da fare tatticamente. Difesa da rivedere perché spesso in ritardo e mal messa in alcune occasioni, è stato infatti anche grazie all’ottima prestazione del nostro portiere che abbiamo limitato i danni".  

"La tecnica dei singoli poi è da affinare ancora: talvolta i miei sono stati ingenui e insicuri negli uno contro uno, ma provengono per la maggior parte dal calcio a 11 e da esperienze amatoriali, faremo in modo di rivedere gli errori commessi in questa partita. Il gran lavoro tra preparazione atletica e allenamenti ci hanno permesso di reggere fino alla fine questo confronto e agguantare allo scadere il nostro primo storico punto”- conclude.