L'università italiana in crisi? Non si tratta di una semplice diceria, ma di un vero e proprio fatto che, appena giunto all'orecchio della senatrice Stefania Pezzopane, ha fatto scattare un autentico allarme ai piani alti del Governo. Non che ci volesse molto per intuirlo: stando ai dati raccolti dall'Udu, infatti, il calo di immatricolazioni nel 2015 e nel 2016 è stato a dir poco drammatico. Soprattutto in regioni come l'Abruzzo, che ha registrato circa 2.000 iscritti in meno, con un calo del 6,3% rispetto lo scorso anno, e addirittura del 27,75% rispetto all'anno accademico 2012/2013. Cifre da far girar la testa, considerando che l'Abruzzo figura fra le poche regioni basate su una cultura particolarmente intensa e datata: la crisi degli atenei è dunque uno smacco colossale.


I motivi del crollo degli iscritti

Le politiche attuate dal Governo non hanno fatto certo del bene ad un trend già decrescente di suo. Nello specifico, la nuova riforma scolastica ha di fatto abbattuto le iscrizioni alle università, insieme ai notevoli danni provocati dal taglio dei finanziamenti relativi agli alloggi universitari e alle borse di studio. Non ultimo, il caos generato dalla riforma ISEE, che ha privato tantissime famiglie disagiate dell'appoggio dello Stato. E nel mentre i cervelloni discutono di possibili soluzioni in Senato, agli studenti abruzzesi non resta che leccarsi le ferite, in attesa di tempi migliori. Tempi che paiono essere arrivati: fortunatamente adesso ci sono università telematiche come l'Unicusano che offrono corsi di laurea online da seguire da casa grazie alla piattaforma e-learning. In questo modo gli studenti che abitano lontano dalle sedi possono risparmiare sui costi di trasporto o affitto ottenendo comunque un'istruzione da enti riconosciuti dal Miur. Un'opportunità notevole per gli studenti in Abruzzo.

Tutti i vantaggi di una laurea telematica

Le università costano, e costa soprattutto mantenersi in una metropoli da studente fuori sede: proprio per questo motivo, iscrivendosi ad una università online i ragazzi potranno rimanere nella propria città di origine, senza spendere decine di migliaia di euro fra costi d'affitto dell'appartamento e spese quotidiane. Inoltre, prendere un titolo di studio presso un ateneo online conviene anche agli studenti lavoratori, che possono frequentare sul web le lezioni adeguandole agli orari per loro più convenienti. Non è un caso che il calo delle immatricolazioni presso gli atenei classici sia dovuto anche alla migrazione degli studenti dalle università canoniche alle università online.