Un'aggressione in piena regola, la vittima è un 30enne di Magliano de' Marsi. Prima lo hanno insultato e poi gli hanno lanciato un pezzo di asfalto contro. Tutto perché, il ragazzo di Magliano de' Marsi, è gay. Dopo la sua denuncia su Facebook i carabinieri lo hanno chiamato per capire l'accaduto facendo scattare l'indagine. Denunciati gli aggressori.

«Non volevo agire contro questi che ritengo sicuramente dei ragazzi che hanno voluto fare una bravata, ma è necessario individuarli affinché questi episodi non si ripetano né contro di me né contro altri».


L'aggressione omofoba è avvenuta la sera di venerdì 12 agosto (come riportato da IlCentro), intorno alle 22,30, lungo la via Cicolana di Magliano de' Marsi.

Il 30enne è stato avvicinato da una Fiat Punto con a bordo cinque persone. Dapprima gli insulti, di cui inizialmente neanche si era accorto in quanto al telefono con un'amica, e poi il lancio di un pezzo di asfalto che lo ha colpito ad una gamba. Gli aggressori si sono dati subito alla fuga lasciando inerme la vittima sul ciglio della strada.

Non è la prima volta che il 30enne viene aggredito. Da adolescente era stato picchiato sempre da un "branco" di coetanei, ma non lo aveva mai raccontato al di fuori della sua famiglia.