Da oggi comincia la nostra avventura insieme, fin da piccolissima ho amato mangiare ma sopratutto cucinare, ho sempre adorato sentire le diverse consistenze, i profumi, i colori, per me il sapore di ingredienti diversi in un solo piatto rappresentava una meravigliosa magia e le donne erano le uniche a conoscere tutti i segreti nascosti in pentoloni borbottanti, sfrigolii di padelle e scodelle piene di farina che cresceva sotto lo strofinaccio che accompagnava il suo riposo. Desideravo ardentemente diventare anche io una maga, ragion per cui ogni volta che le donne della mia famiglia e vicine di casa facevano il pane, la pasta e le preparazioni per le feste, io ero li a impiastricciarmi tutta, a respirare a pieni polmoni i profumi che si infondevano in casa, superavano il giardino e si riversavano in strada come un richiamo d' amore. In fondo cucinare è quello, condensare tutte le emozioni in un piatto che renda felice e scaldi il cuore di chi lo consuma. Chi meglio di una mamma, una zia o una nonna è capace di fare questa magia? Quello che ho imparato deriva dalle conoscenze di generazioni di donne che con dedizione e amore incondizionato, tramandano le loro ricette regionali, familiari , le rivisitazioni , le invenzioni e i rimedi per non sprecare nulla di quello che si ha in casa. Nel tempo ho sviluppato il mio istinto, utilissimo quando sei uno studente fuori sede con poco budget, abituata a cibi freschi e naturali, poco tempo, ed amici sempre affamati. Con l'arrivo dei primi lavori, mi sono regalata libri e riviste di cucina adatti ogni occasione che hanno accresciuto sempre di più la mia passione. Questa rubrica tenterà di tramandare le conoscenze di queste formidabili donne e utilizzarle per una cucina che sia amica dei nostri tempi moderni, così frettolosi e esigenti, con i quali tutti ci scontriamo ogni giorno e tenteremo di conoscere insieme ciò che mangiamo con un occhio alla salute e al portafoglio.

 

MANGIARE SANO IN POCO TEMPO?
Negli ultimi tempi si parla moltissimo di alimentazione equilibrata, e di quello che ci rende famosi nel mondo: La dieta mediterranea, dal 2010 patrimonio immateriale dell'umanità.
I Dati parlano di un Europa che sta progressivamente raggiungendo gli USA per tasso di obesità non solo tra gli adulti ma anche tra bambini. I fattori sono vari, e tenendo da parte patologie collaterali e genetiche, in generale si fa un ampio uso di alimenti estremamente raffinati e ricchi di zuccheri e grassi complessi che associati a tenori di vita sedentari producono un apporto calorico eccessivo con gravi conseguenze per la salute. Mangiamo ma non ci nutriamo, associamo cibi senza conoscerli realmente e tutto diventa più difficile quando ricorriamo a prodotti industriali già pronti per il consumo. Spesso ci convinciamo che non abbiamo tempo di curare la preparazione di cibi freschi e che non si ha voglia di aggiungere allo stress della vita lavorativa anche quello delle lunghe preparazioni in cucina. Niente di più errato, basta sapersi organizzare, conoscere meglio i valori della nostra dieta mediterranea e i cibi stagionali e il gioco è fatto. Immaginate di rientrare a casa e non avere voglia di mettervi ai fornelli per la cena, e di avere anche meno voglia di lavare i piatti, questa fresca insalata è un ottimo rimedio, ed in più è veloce e permette di sporcare solo un paio di coltelli, un tagliere ed una scodella.

 

ISALATA DI SPINACI E CARCIOFI Ingredienti Per 4 persone:

200gr spinaci

2 carciofi

4-5 noci

30gr di parmigiano in scaglie

succo di limone

sale

pepe

Lavate e tagliate i carciofi finemente (attenti alla peluria al centro) e lasciateli a bagno in acqua e succo di limone per evitare che si ossidino. Mondate e lavate gli spinaci, per l'insalata servono solo le foglie, e lasciateli in una scodella. Sgusciate le noci e mondate i gherigli, tritate grossolanamente e tenete a parte.

Aggiungete agli spinaci, i carciofi, condite con sale, pepe ,olio(poco, un cucchiaio) e succo di limone a piacere e amalgamate bene. A questo punto aggiungete le noci e le scaglie di parmigiano e la vostra insalata è pronta per il consumo.

Alla fine della cena avrete fatto il pieno di vitamine, fibre, ferro e sali minerali grazie ai carciofi, che potete aggiungere all'insalata anche cotti, e gli spinaci. Avrete consumato una giusta quantità di arginina e proteine vegetali contenute nelle noci,che fanno bene al cuore e di proteine animali e calcio, per la presenza del parmigiano.

Su quest'ultimo ingrediente mi preme soffermare l' attenzione, viste le discussioni che spesso si leggono sui giornali. Il latte e tutti i suoi derivati si collocano all'apice della piramide alimentare, si tratta di alimenti che secondo la dieta mediterranea vanno consumati saltuariamente e in piccole quantità, visto l'enorme concentrazione di grassi saturi, cioè molto complessi e difficili da smaltire in grosse quantità. Mi raccomando non esagerate, con un po di buon senso si può consumare senza paura della bilancia e del colesterolo.

 

PER NON SPRECARE

Dalla preparazione dell'insalata vi resteranno i gambi degli spinaci, non buttateli e stufateli in padella con un filo d'olio, tritateli con il coltello e mescolate tutto con pane raffermo inumidito(io uso quello integrale) con acqua, condite con sale pepe e albume d'uovo. Formate delle polpette, impanate e cuocete in forno, risulteranno leggere e saporite ed un ottimo secondo.

I gambi di carciofo e le foglie puliti dei filamenti li faccio bollire per un ora aggiungendo ogni volta l'acqua evaporata. Il decotto non zuccherato è un ottimo depurativo renale e un alleato nelle diete ipocaloriche visti i suoi effetti drenanti.