E' stata dichiarata la morte cerebrale del ragazzo di 18 anni originario di Citta' Sant'Angelo (Pescara), che mercoledi' sera e' stato travolto da una Ford Fiesta mentre era su un monopattino.

Il pm del Tribunale di Pescara, Silvia Santoro, ha dato il nulla osta all'eventuale espianto degli organi. Il ragazzo subito dopo l'incidente era stato ricoverato in prognosi riservata nel reparto di Rianimazione dell'ospedale di Pescara. Ad investire il giovane, nei pressi di viale Petruzzi, a Citta' Sant'Angelo, era stato un 20enne, anche lui di Citta' Sant'Angelo, neopatentato e risultato positivo all'alcol test.

L'incidente, in base ad una prima ricostruzione, sarebbe avvenuto mentre il 20enne stava sorpassando un'altra auto e il 18enne sul monopattino stava attraversando la strada sulle strisce pedonali.

Del caso si sta occupando la polizia stradale di Pescara e Penne, diretta da Silvia Conti.