Il grigio chiaro della moquette nei due padiglioni di Lancianofiera esalta e valorizza l'eleganza e l'originalita' degli stand allestiti con cura, senza trascurare alcun dettaglio. La 27esima edizione di "Abitare Oggi, l'anima creativa del costruire" si e' aperta questa mattina all'insegna del bello e dell'utile. Un binomio importante per una rassegna che punta a dare risposte concrete sia per quanto riguarda i nuovi spunti per rendere gli ambienti piu' accoglienti e confortevoli, che per la sicurezza e l'accessibilita' delle costruzioni. "Sono oltre 100 gli espositori che hanno aderito con convinzione a questa edizione il cui filo conduttore e' l'accessibilita' e la sicurezza senza naturalmente trascurare il bello, l'elegante, il comfort - ha sottolineato il presidente di Lancianofiera Franco Ferrante nel corso della cerimonia inaugurale - tutti gli stand sono stati allestiti con gusto e cura. A questa parte espositiva sia affiancano convegni e laboratori che affrontano argomenti e temi di grande attualita'". Il presidente ha pure ricordato i 250 mila euro stanziati dalla Regione e che permetteranno la riqualificazione di un padiglione che potra' essere utilizzato anche per altre manifestazioni. Il sindaco e presidente della Provincia di Chieti Mario Pupillo ha ancora una volta evidenziato il positivo percorso fatto in questi anni dalla Fiera di Lanciano e ritiene questa edizione di "Abitare Oggi" particolarmente importante proprio perche' si sofferma su temi che riguardano la collettivita'. "L'accessibilita', la sicurezza, la salubrita' - ha detto - sono questioni che non possono essere ignorate e affrontarle con gli ordini professionali, con relatori qualificati, con esperti rappresenta un salto di qualita' non solo per la fiera ma per l'intero comparto dell'edilizia". L'assessore regionale Donato Di Matteo ha ribadito che Lanciano e' il Polo Fieristico d'Abruzzo. "Abbiamo iniziato un percorso che punta a valorizzare e potenziare le strutture che meritano, sono convinto che la storia di questa Fiera rappresenti la storia di questa regione e quindi anche il contributo assegnato va in questa direzione. Rispetto a questa rassegna - ha continuato Di Matteo - credo che l'edilizia nonostante la crisi sia una opportunita', ci puo' essere una ripresa ma va costruita non commettendo gli errori del passato. L'edilizia deve essere affiancata da una seria programmazione. La casa deve essere concepita come una struttura che deve migliorare la qualita' della vita. Sicurezza strutturale e bellezza devono viaggiare insieme. Bisogna costruire in una maniera nuova, moderna. E' necessario rigenerare non solo le abitazioni ma anche i quartieri e quindi i territori e una societa' moderna non puo' e non deve trascurare l'accessibilita' e l'abbattimento delle barriere architettoniche". Tutti temi che "Abitare Oggi" affronta e approfondisce.