Si chiama "Tesori in Abruzzo" il nuovo progetto della rete di imprese "In.Tour- Unione turismo Abruzzo", con sede a Lanciano, e punta a valorizzare, a livello nazionale e all'estero, i prodotti ed il territorio regionale.

"Evidenziando le potenzialita' e le ricchezze offerte da tutte le filiere d'eccellenza presenti nella nostra regione - spiega il presidente di In.Tour , Marco D'Ovidio - l'idea e' di stimolare un nuovo afflusso turistico sul territorio, alternativo a quello tradizionale estate-mare inverno-montagna, che ne esalti le caratteristiche naturali, enogastronomiche, culturali e storiche".

"Il progetto - aggiunge - e' orientato a strutturare una regia che possa finalmente mettere in sinergia i tre fattori cardine e cioe' promozione, accoglienza e attrazione, in modo da creare un turismo costante e continuativo lavorando soprattutto sul concetto di destagionalizzazione dei flussi turistici".

Il progetto sara' portato avanti in collaborazione con Casartigiani, l'associazione "Tra vicoli e Miracoli" di Lanciano e la Banca di Credito Cooperativo Sangro Teatina.

"L'Abruzzo, nonostante la definizione di "Cuore verde d'Europa", la posizione strategica in prossimita' di grandi bacini d'utenza come Roma e Napoli ed un territorio dotato di numerose ricchezze paesaggistiche e naturali, oltre che architettoniche, culturali, religiose ed enogastronomiche, - evidenzia D'Ovidio - non riesce ad esprimere al meglio fattori attrattivi che potrebbero portare ad un aumento considerevole dei flussi turistici, riducendo l'offerta a destinazioni che vanno incontro principalmente ad un turismo di massa durante la stagione calda lungo la costa, ed ad un turismo montano nel periodo invernale".

"Questo porta, ancora oggi, a posizionare l'Abruzzo al terzultimo posto tra le regioni italiane in quanto a numero di presenze di turisti stranieri, davanti solo alla Basilicata e al Molise. Le cause- afferma - sono varie: scarsa integrazione tra le offerte geografiche sul territorio, scarsa propensione a fare rete tra operatori pubblici e privati, bassa capacita' di creare e vendere offerte commerciali e pacchetti turistici alternativi, diversificati e che integrino piu' prodotti, passando poi per una burocrazia troppo stringente, scarsa presenza di servizi aggiuntivi, scarso supporto da parte delle istituzioni pubbliche ecc...".

Il progetto "Tesori in Abruzzo" si pone come obiettivo primario, la creazione di un sistema turistico regionale piu' equilibrato e che offra un ventaglio di esperienze molto piu' ampio, che favorisca un aumento di competitivita' delle piccole e medie imprese abruzzesi operanti nel settore. Tante le iniziative in cantiere e lunedi' 27 ottobre, alle 16.30, nella sede di Casartigiani, in via Fabio Filzi a Lanciano, ci sara' una prima presentazione del progetto, che a mano a mano, sara' portato in varie citta' e realta' abruzzesi.